Google Nest Cam, un bug metteva a rischio la privacy

Un bug presente nelle Google Nest Cam permetteva di spiare le case dei nuovi acquirenti delle cam vendute di seconda mano.

Google Nest Cam

Piccolo allarme privacy, fortunatamente già risolto, per le Google Nest Cam. E' stato individuato un bug molto curioso che colpiva, però, solo le cam acquistate usate. Più nello specifico, alcuni utenti si sono accorti di un problema che colpiva le Google Nest Cam acquistate usate ed utilizzate in abbinamento all'hub Wink che permette di gestire i dispositivi connessi presenti nell'abitazione. In questo specifico caso, i vecchi proprietari della Google Nest Cam erano in grado di vedere le immagini registrate dalle cam nelle abitazioni dei nuovi proprietari.

Questo avveniva anche nel caso il nuovo utilizzatore della Google Nest Cam avesse provveduto ad un ripristino alle condizioni di fabbrica della cam. Immagini ma non video ma il problema di privacy era comunque di quelli importanti.

Il problema sembrerebbe essere legato proprio all'utilizzo dell'account Wink. Google, comunque, è intervenuto subito ed ha rilasciato un fix che va a risolvere alla radice il problema. Fortunatamente, tale bug non dovrebbe aver colpito gli utenti italiani. Gli hub Wink, infatti, non sono venduti in Italia.

La cosa importante, comunque, è che Google abbia subito provveduto a risolvere la criticità.

  • shares
  • Mail