Anche Olympus al lavoro su un display indossabile in stile Project Glass

Olympus Meg 4.0 - galleria immagini
Google non è l'unica azienda a lavorare su un display indossabile a proiezione, oggi arriva infatti l'annuncio di Olympus con le prime informazioni relative a Meg 4.0, un prodotto in sviluppo da almeno sette anni, simile per la sua destinazione d'uso per lo svago e la vita di tutti i giorni ma con qualche differenza sostanziale.

Il lancio è avvenuto relativamente in sordina, almeno comparato al fragore mediatico propagato da Google, sia in occasione del primissimo video promozionale del Project Glass che della spettacolare presentazione durante la Google I/O tra dirigibili, sky-divers e filmati in diretta web.

Come si può vedere dalla foto l'unità non si regge da sola con una montatura e naselli, ma si aggrappa su un occhiale da vista, con la possibilità di rimuoverlo all'occorrenza con facilità. Il peso è piuttosto contenuto, solo 30g inclusa la batteria, ma nonostante le dimensioni generose il funzionamento si appoggia a uno smartphone o un tablet tramite Bluetooth. Continua dopo la pausa.

Olympus Meg 4.0 - galleria immagini
Olympus Meg 4.0 - galleria immagini
Olympus Meg 4.0 - galleria immagini

I dati forniti da Olympus parlano di accelerometro integrato, risoluzione QVGA da 320x240 (anche il Project Glass a quanto pare non avrà una risoluzione così stellare) con una luminosità variabile tra i 10 e i 2000 cd/m2 e niente GPS, che verrà invece sfruttato dalla periferica esterna a cui andrà connesso.

L'autonomia stimata è di 8 ore, ma si riferisce a un uso intermittente del dispositivo. Nessuna informazioni relativa a prezzi e disponibilità, ma è un segno evidente che Project Glass quando debutterà nei primi mesi del 2013 dovrà fare prima o poi i conti con prodotti simili.

  • shares
  • Mail