Smartwatch Pebble, nuova vita con Rebble

Rebble punta a dare nuova vita agli smartwatch Pebble.

Smartwatch Pebble

Come tutti i possessori degli smartwatch Pebble sanno, Fitbit terminerà il supporto a questi prodotti il prossimo 30 di giugno. Questo significa che a partire dal prossimo primo di luglio, questi indossabili smetteranno di poter disporre di tutte le funzionalità legate alla loro piattaforma cloud. Non si potrà più, per esempio, accedere all'App Store dedicato, sfruttare il sistema di riconoscimento vocale e tanto altro ancora. In buona sostanza, i possessori degli smartwatch Pebble non potranno più disporre delle principali funzionalità di questi prodotti.

Grazie all'impegno di un gruppo di sviluppatori spalleggiati idealmente dall'ex CEO di Pebble, Eric Migicovsky, questi smartphone potrebbero tornare in vita. La soluzione si chiama Rebble e si tratta di una piattaforma open source compatibile con le app di questi smartwatch che potrebbero, così, continuare a funzionare. Per utilizzare questa piattaforma al posto di quella originale di prossima dismissione, i possessori di uno smartwatch Pebble dovranno solamente registrarsi entro il 30 giugno e collegare il nuovo profilo all'account Pebble per poter, così, importare tutte le impostazioni ed agevolare la migrazione alla nuova piattaforma.

Attraverso Rebble, dunque, gli smartwatch Pebble dovrebbero continuare a funzionare come fanno adesso. Le notifiche dovrebbero continuare ad arrivare e tutte le app che necessitano del cloud continuare a funzionare.

Tutto bene se non per le tempistiche del progetto. Rebble è in fase di sviluppo avanzato ma non sarà ufficialmente disponibile per lo spegnimento dei server di Pebble. Il software finale, dunque, arriverà solamente successivamente ma dovrebbe consentire di poter continuare ad utilizzare questi smartwatch molto apprezzati da parte degli utenti.

  • shares
  • Mail