L'Intelligenza Artificiale eguaglierà quella umana tra dieci anni?

robot-fail-1.jpg

Sembra uno scenario quasi apocalittico eppure Raymond Ray Kurzwell, informatico che da anni si occupa di Intelligenza Artificiale e che oggi è Director of Engineering presso Google, lo ha predetto come un evento non imminente ma quasi, a differenza di altri suoi colleghi, che invece pensano che i tempi siano ancora piuttosto lontani; parliamo per la precisione di quella che viene definita singolarità tecnologica, cioè quel momento in cui l'IA raggiungerà l'intelligenza umana.

Una tale previsione lascia perplessi, a dire il vero, non solo per il fatto che un'intelligenza da noi creata possa di fatto eguagliarci (visto che la realtà non è solo un insieme e di combinazioni numeriche con cui confrontarsi, e la logica dei robot ha ovviamente i suoi limiti) ma anche per il fatto che tale giorno sembra arrivato: se Hawking infatti prevede che il momento arriverà attorno agli anni 2045, Kurzwell pensa che tutto possa concretizzarsi fra dodici anni.

Sono in molti a ritenere che l'intelligenza artificiale sia il futuro dell'umanità - anche Bill Gates ha espresso opinioni simili e lo stesso si può dire di Elon Musk -; Kurzwell potrà pure sembrare un estremista insomma ma le sue teorie non sono certo utopistiche e per quanto dodici anni possano sembrare pochi l'ipotesi della singolarità non può essere esclusa a priori.

  • shares
  • Mail