Oculus Rift, controller touch in pre-ordine a 190 sterline

oculus-touch-190.jpg

Cominciano ad apparire le prime tracce del controller touch dedicato ad Oculus Rift; la periferica destinata all'uso con l'ormai popolare visore per Realtà Virtuale è stata avvistata in pre-ordine in un negozio britannico.

Dopo un lungo periodo di gestazione, durato più di quattro anni, Oculus Rift, uno dei primi visori VR di rilievo, è stato presentato ufficialmente quest'anno. Proprio negli ultimi giorni il gadget di Oculus ha cominciato a raggiungere finalmente il mercato europeo, facendosi strada attraverso i maggiori rivenditori di elettronica, come Amazon.

Manca ancora però qualcosa all'appello: l'esperienza offerta dal Rift non potrà dirsi completa senza un'adeguata periferica di controllo, accessorio di cui non sono ancora stati annunciati formalmente data di lancio e prezzo di partenza.

Il ritrovamento di Nick Summers, Associate Editor di Engadget, risolve anche questo dubbio. In uno dei negozi della catena di rivendita GAME, nel Regno Unito, è comparsa una locandina per il pre-ordine che cita una cifra di 190 sterline per l'acquisto del controller touch.

Che il sopraccitato gadget non sarebbe stato economico era già risaputo e le nuove informazioni si inseriscono perfettamente nel quadro generale delle cose. Rift è stato lanciato un un prezzo di partenza di 600 dollari, duecento in meno rispetto al suo principale rivale, HTC Vive, prodotto da Valve e HTC. Quest'ultimo però viene venduto già in un pacchetto comprensivo di sensori di posizionamento e periferiche e l'aggiunta del prezzo del controller touch a quello base del Rift porta i due contendenti sullo stesso piano.

Si confermano dunque essere piuttosto alti i costi di questa tecnologia emergente, soprattutto considerando, in aggiunta, anche il costo di un PC sufficientemente potente da supportare questi visori ad alte performance - almeno 700/800 euro prendendosi la briga di metterli insieme con le proprie mani).

I giochi però sono appena aperti ed all'orizzonte già si intravedono soluzioni meno costose, sebbene non allo stesso livello di Rift e Vive.


Via | Twitter

  • shares
  • Mail