Ecco i telefoni che si assemblano da soli al MIT

telefoni-che-si-autoassemblano.jpg

Esisteranno mai telefoni che si assembleranno da soli senza l'intervento dell'uomo? Forse sì forse no, ma è sicuro che il MIT sta lavorando moltissimo su questi dispositivi a tal punto da aver dedicato loro un intero reparto del proprio stabilimento, il MIT's Self-Assembly Lab.

Questo gruppo di lavoro ha l'obiettivo di realizzare prototipi di smartphone le cui parti si riuniscono autonomamente al fine di semplificare notevolmente il processo di assemblaggio, ovviamente abbattendo i costi legati alla manodopera.

Il funzionamento dell'auto-assemblaggio è molto semplice (almeno da spiegare): gli ingegneri hanno messo sei componenti in una specie di centrifuga azionata a velocità ottimale (e cioè né troppo alta né troppo bassa) e tutte e sei si sono assemblate fino a formare due smartphone distinti grazie a un sistema basato su magneti.

Al momento il MIT non ha detto altro ma dubitiamo che il progetto finirà nel dimenticatoio viste le richieste sempre più esigenti del mercato.

Via | Engadget

  • shares
  • Mail