Google Home, il nuovo assistente vocale presentato al Google I/O 2016

Come molti sapranno nelle scorse ore ha avuto inizio l'edizione del 2016 del Google I/O, la conferenza annuale di Google dedicata agli sviluppatori ed alle nuove tecnologie. Come sempre la conferenza stampa di apertura è stata dedicata alla presentazione di nuovi gadget ed applicazioni e le novità introdotte illustrano un pensiero rivolto al “Internet of Things” e ad un mondo virtuale.

Tra i vari protagonisti ha fatto la sua prima apparizione pubblica ufficiale Google Home, un assistente virtuale che punta a conquistare quello che è attualmente il territorio di Amazon Echo. La compagnia di Mountain View ha costruito un dispositivo dal design semplice in grado di mescolarsi in molti ambienti.

Esattamente come l'assistente di Amazon, Google Home è dotato di WiFi, microfoni ed altoparlante e risponde ai comandi vocali. È in grado di fungere da dispositivo per la riproduzione audio, attingendo da vari servizi di streaming in cloud, nonché da nodo centrale per i dispositivi IoT connessi nell'abitazione tra cui sistemi di illuminazione e termostati smart come il Nest.

Al contrario di Echo, però, Home è dotato di supporto “multi-room” e tutte le unità funzionano in modo sincronizzato, permettendo per esempio di diffondere la stessa traccia musicale in ogni stanza. In aggiunta il supporto Google Cast consente di trasmettere non solo contenuti audio ma anche video, appoggiandosi ad un Chromecast.

Il principale punto di forza del gadget però è sicuramente la presenza di Google Assistant, un'interfaccia virtuale decisamente più articolata e chiacchierona di Alexa, ottenuta grazie alla maggiore esperienza di Google in campo di IA ed all'enorme quantità di dati che ha a disposizione.

Ancora non c'è una data di arrivo ufficiale ma il lancio dovrebbe avvenire più in là nel corso del 2016.

Via | Engadget

  • shares
  • Mail