Come funziona lo smartwatch e come si usa: ecco cosa devi sapere

Come funziona e come si usa uno smartwatch? Ecco una guida generale a questi nuovi dispositivi che vi farà capire se fanno o meno per voi

smartwatch-1.jpg

Se siete qui, volete sapere come si usa e come funziona lo smartwatch: ne avete sentito parlare, avete visto anche alcuni bei modelli, ma non siete ancora convinti se mettere mani al portafogli oppure no. Vorreste iniziare anche con uno smartwatch dal prezzo basso, ma proprio non avete idea delle funzioni di questi nuovi orologi intelligenti e non volete sprecare soldi inutilmente. Oggi vi spiegheremo proprio come si usa uno smartwatch e quali sono le sue principali feature, visto che solo così potrete sapere se fa al caso vostro oppure no.

Gli smartwatch possono equipaggiare vari sistemi operativi: potrete trovare Apple Watch con iOS e vari orologi con Android o Android Wear; questo, però, non incide sulle loro funzioni, tra l'altro notevolmente aumentate rispetto ai primi modelli, che permettevano di effettuare solo delle semplici operazioni (fare calcoli, giocare etc.): oggi con uno smartwatch potete sentire musica MP3, visto che hanno altoparlanti integrati; potrete memorizzare dei dati, perché i PC li riconosco come dispositivi di archiviazione; potrete connettervi a Internet se saranno associati al telefono tramite Bluetooth: insomma, potete farne di cose.

Ovviamente, più lo smartwatch è prestante più sono le feature che offre: connetterlo al telefono via Bluetooth, poi, è davvero importante, perché questo vi permetterebbe di rispondere alle chiamate e di leggere qualsiasi tipo di notifica senza tirar fuori lo smartphone. Come funziona lo smartwatch non connesso allo smartphone, invece? Semplice: a differenza degli altri orologi intelligenti sprovvisti di autonomia, vi permette di avere accesso a delle funzioni interessanti anche senza telefono di mezzo (per esempio, potrete chiamare direttamente dall'orologio, che avrà la sua SIM).

Usare bene uno smartwatch significa sapere nel dettaglio tutto ciò che può fare: per esempio, fornire un mucchio di funzioni legate all'attività sportiva (cronometro, calcolo distanza percorsa, calorie bruciate, battito cardiaco etc) e ai social network (in alcuni casi, infatti, oltre a Facebook e Twitter, gli smartwatch riescono a connettersi pure a Instagram).

Il vero punto debole degli smartwatch, a prescindere dall'uso che se ne fa, sta nella batteria - che molto spesso non raggiunge neanche le ventiquattr'ore - e nel prezzo: ci sono degli smartwatch molto carini, anche pensati appositamente per alcune categorie di pubblico, come donne e sportivi, ma in parecchi casi si superano tranquillamente i 200 euro (cosa che dovrebbe spingervi, perciò, a mettere mani al portafogli solo in periodi di saldi o con qualche offerta).

Ora sapete come funziona uno smartwatch e quali sono le sue principali caratteristiche: è senz'altro un buon accessorio, ma, almeno secondo noi, parlando proprio di accessori, sarebbe meglio acquistare una smartband, che è senz'altro più utile e meno costosa. In ogni caso, buone spese!

  • shares
  • Mail