Ehang 184: il primo drone che porta un passeggero

Il dinamico mercato degli aeromobili a pilotaggio remoto consegna molte proposte all'interesse della gente. Alcune sono davvero singolari.

Più volte ci siamo occupati dei droni, ma oggi trattiamo un modello che ne rappresenta una nuova interpretazione sul piano operativo. L'Ehang 184 è infatti diverso dai piccoli quadcopter che siamo abituati a vedere.

La singolarità di questo modello cinese sta nel fatto che è in grado di trasportare un passeggero. Si tratta del primo esemplare del genere, ma ancora non è pronto per la vendita. Vista la specifica missione sfoggia dimensioni maggiori del solito.

Per avere un'idea, basta dire che la sua altezza tocca quota 140 centimetri, in modo da poter accogliere un ospite a bordo. L'aeromobile a pilotaggio remoto di cui ci stiamo occupando può rimanere in volo per circa 23 minuti. Il moto è assicurato da otto eliche ancorate a quattro bracci ripiegabili in posizione di riposo.

Molto leggero rispetto alla grandezza, per l'impiego di materiali compositi, l'Ehang 184 punta alle brevi distanze, gestito da un display dove il “conducente” può cliccare la destinazione, per esservi condotto in modo automatico, seguendo il percorso più breve. Il velivolo è in grado di volare anche quando un'elica va fuori uso. Si pensa che possa essere disponibile entro fine anno, a un prezzo superiore ai 200 mila dollari.

Via | Gadget.com

  • shares
  • Mail