Google vuole vendere oltre 200 brevetti Motorola, ecco perché

La vendita dei brevetti Motorola da parte di Google ha colto tutti di sorpresa (ma non troppo)

google-logo-lente-ingrandimento.png

Google ha deciso di vendere oltre 200 brevetti Motorola, e questo non ci stupisce più di tanto, per quanto sia una notizia certamente inaspettata; sapete bene, infatti, che il colosso di Mountain View ha prima acquistato Motorola, facendo credere a tutti che sarebbe entrato ben presto nel mondo degli smartphone (dove comunque regna protagonista con Android), ma così non è stato: non solo Google ha ceduto Motorola a Lenovo nel 2014, ma ha pure deciso di vendere dei brevetti ad essa appartenenti. A riportarlo sono le principali fonti d'informazione internazionale, tra le quali spicca l'attendibile Fortune.

Ipotizzare i motivi per i quali Google ha venduto i brevetti Motorola non è difficile, anche se comunque ci addentriamo in un mondo che non è certamente quello delle certezze: è molto probabile, in effetti, che Google voglia disfarsi di queste nuove tecnologie - soprattutto di quelle legate alle batterie -, poiché consapevole del fatto che ben presto invecchieranno (anche per via della concorrenza in costante aggiornamento: e non parliamo solo di aziende come Apple, Qualcomm e così via, ma anche delle Università, le quali stanno sperimentando delle soluzioni davvero innovative).

I brevetti di Motorola in possesso di Google non risultano ancora venduti: vi aggiorneremo non appena sapremo qualcosa di più sugli sviluppi di questa situazione.

Fonte foto | Pixabay.com

  • shares
  • Mail