Come risparmiare la batteria su tablet Android

Tre consigli essenziali per risparmiare la batteria sui tablet Android senza mettere mani alle autorizzazioni root

android.jpg

Oggi vogliamo darvi tre consigli per risparmiare la batteria su tablet Android senza attivare i permessi di root (cosa che non tutti possono o vogliono fare, giustamente, poiché non sempre il risultato è garantito, essendo l'operazione molto delicata): si tratta di semplici accorgimenti da seguire e che non tutti, purtroppo, si ricordano di mettere in pratica.

Il primo consiglio per risparmiare batteria è quello di disattivare tutte le connessioni quando non servono: ciò significa non tenere accesi WiFi, Bluetooth, GPS e tutto il resto se non dovete usarli per le applicazioni; vi sembrerà poco, ma non lo è affatto, soprattutto se siete tra coloro che lasciano la connessione LTE, magari 4G, accesa senza motivo.

Secondo consiglio per risparmiare batteria: controllate quali applicazioni consumano dati anche quando il terminale ha lo schermo spento e cancellatele qualora fossero superflue. A tal proposito, Wakelock Detector è un'applicazione utilissima (e gratuita): il programma, infatti, vi suggerisce quali sono queste app dopo aver analizzato il tablet per un po' di tempo.

Terzo consiglio, e forse quello più importante, che sicuramente avremmo dovuto darvi prima: fate attenzione ai tablet che acquistate e - come vi abbiamo già spiegato nella nostra guida all'acquisto - la batteria dev'essere tra i primi aspetti da controllare; sì, perché potrete anche adottare tutti gli accorgimenti che volete, ma se non c'è la materia prima, qualsiasi sforzo sarà insufficiente.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: