Le batterie del futuro al litio e all'ossigeno: dieci volte più potenti con 2000 cicli di ricarica

batteria-smartphone.jpg

Un'importante ricerca dell'Università di Cambridge ha permesso di fare passi avanti sulle batterie del futuro e sui risvolti che potrebbero avere sui dispositivi che saranno immessi sul mercato: i ricercatori, per la precisione, stanno studiando una particolare batteria Litio-Ossigeno (Li-Air), che, per la maggiore densità di carica rispetto alle batterie tradizionali (Li-Ion), riuscirebbe a garantire fino a dieci volte l'energia di una batteria attuale, con sorprendente riduzione dei costi.

La soluzione non è ancora stata implementata: queste batterie non sono ancora efficienti al massimo, anche se i ricercatori sono riusciti a migliorarne le capacità del 90% e a portare i cicli di ricarica fino a 2000. Tutto questo grazie ai materiali: mentre le batterie Li-Ion hanno la grafite, le batterie Li-Air sfruttano il grafene, che viene usato come elettrodo e poi unito allo ioduro di litio per abbassare la differenza tra carica e scarica di ben 0.8V.

Resta da risolvere il problema della sicurezza, poiché in queste batterie possono formarsi fibre di litio sull'elettrodo che potrebbero portare anche all'esplosione di una cella intera: è su questo, soprattutto, che gli scienziati stanno lavorando, anche se ci vorrà molto tempo (purtroppo, un decennio circa). Vi terremo aggiornati.

Via e fonte foto | Android Authority

  • shares
  • Mail