SkyCat, il paracadute salva-droni è arrivato

Noi tutti sappiamo che i droni costano parecchio, non la totalità ma la maggiorparte, e dunque l'arrivo di SkyCat, paracadute per droni che sicuramente farà parlare di sé nei prossimi anni, era da dare quasi per scontato: scriviamo quasi e non certamente, perché ormai, in un mondo ultratecnologico come questo, poteva arrivare anche qualcosa di più innovativo, quindi senza i vari passaggi intermedi. Ma veniamo al dunque.

Il paracadute SkyCat ha il chiaro obiettivo di salvare un drone qualora qualcosa dovesse andare storto e quindi casomai il robot dovesse precipitare: si tratta di una soluzione che non è certo nuova in questo nuovo mercato in grande crescita; c'è un'importante differenza, però, tra SkyCat e il resto dei prodotti presentati; invece di impiegare un sistema di innesco a CO2, infatti, il paracadute usa una molla tenuta in tensione tramite un fusibile.


Il funzionamento e la distribuzione di SkyCat


skycat-paracadute-droni.jpg
La distribuzione di SkyCat è stata affidata a Masterdrone

del gruppo Hydro2power: ci sono vari modelli, che cambiano per dimensioni e capacità, chiaramente a seconda del drone che deve equipaggiare il paracadute.

Non chiedeteci come funziona, perché il video d'apertura, tutto incentrato sul nuovo paracadute, lo mostra chiaramente e senz'altro molto meglio di quello che potremmo dirvi noi adesso: non ci resta che augurarvi buona visione, promettendovi che vi aggiorneremo su tutte queste interessanti novità.

Via | SkyCat.pro

  • shares
  • Mail