Alphabet, ogni divisione avrà una lettera: quale futuro per l'elettronica e le nuove tecnologie?

alphabet.jpg

Recentemente, Erich Schmidt ha voluto parlare di Alphabet e del futuro delle nuove tecnologie, non senza lanciare delle frecciatine, giustificate, a nostro avviso, al modo in cui la privacy viene gestita nel mondo: differenze nel trattamento, infatti, spingeranno senz'altro a una frammentazione dei servizi Web (e la recente normativa sui cookie ne è la più chiara e triste dimostrazione).

Di Alphabet Schmidt ha parlato con entusiasmo e grandi aspettative: dopo aver raccontato, in tono scherzoso, chiaramente, di aver scoperto di essere diventato presidente della nuova società mentre era in vacanza, ha poi spiegato che ogni divisione dell'azienda avrà la sua lettera, e questo apre chiaramente nuovi scenari, visto che, se G starà per Google ed L potrebbe riguardare qualcosa relativo alla Vita (Life), tutti gli altri grafemi riguarderanno senz'altro altri interessanti nuovi settori della tecnologia.

Per ora, Schmidt non ha detto molto, essendosi soffermato soltanto sull'auto con guida automatica (di Google X): il futuro, però, è senz'altro roseo, visto che ora l'azienda potrà razionalizzare i suoi progetti - si pensi a quelli di Lab X, ai Google Glass e a molto altro ancora - e procedere senza confusione. Intanto, lo stesso Schmidt ha spiegato che fra non molto ne sapremo di più: attendiamo!

  • shares
  • Mail