La Nasa studia un sito per l'atterraggio su Marte

Il Pianeta Rosso suscita sempre un grande interesse. E' evidente che l'obiettivo più ambizioso delle agenzie spaziali per i prossimi anni sia lo sbarco umano.

marte.jpg

La Nasa comincia a studiare il possibile sito per il miglior atterraggio della prima missione umana su Marte, il cui arrivo non è certo dietro l'angolo. Perché il sogno degli scienziati si avveri potrebbero essere necessari alcuni decenni, ma il lavoro deve iniziare con grande anticipo, se non si vogliono troppi slittamenti temporali.

L'agenzia spaziale statunitense è già operativa. Presto dovrebbe convocare un tavolo tecnico a Houston, dove iniziare serie riflessioni sull'argomento. In Texas prenderanno le mosse i primi confronti su come affrontare il tema della localizzazione dei possibili siti d'atterraggio della missione inaugurale con equipaggio sul Pianeta Rosso, che potrebbe richiedere una ventina d'anni. L'obiettivo è trovare ampie distese, con risorse ed elementi di interesse scientifico entro un accettabile raggio d'azione.

In fondo è anche questo lo scopo del Prandtl-m, prototipo di aereo drone in fibra di carbonio sul quale la Nasa sta lavorando per avere delle panoramiche dall'alto del suolo marziano, cosa non possibile con i tradizionali rover. Così si potranno individuare possibili aree di atterraggio, in previsione di future missioni.

Via | Generation-nt.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail