Come funziona il condizionatore portatile e quanto si risparmia: la differenza tra monoblocco e split

Se non volete spendere troppo e risparmiare anche sui consumi, vi converrà sapere cos'è e come funziona un condizionatore portatile

condizionatore portatile

Acquistare un condizionatore portatile potrebbe essere una soluzione interessante per chi non intende spendere molto ma vuole comunque assicurarsi una o più stanze rinfrescate d’estate: ecco perché oggi vi spiegheremo cosa sono questi elettrodomestici e soprattutto come funzionano.
Un condizionatore portatile non è altro che un condizionatore che può essere spostato da una camera all’altra a seconda delle vostre esigenze: questo vi permette di abbattere i costi, perché andrete a posizionarlo soltanto nella stanza che volete rinfrescare (e la soluzione si rivelerà ancor più conveniente, almeno nel lungo periodo, se avrete scelto un prodotto di classe energetica A o A+).

La caratteristica principale di un condizionatore portatile sta nella presenza di ruote al di sotto della struttura principale; tali ruote consentono lo spostamento, che comunque non è semplice come sembra: ogni condizionatore portatile funziona, infatti, con un tubo che viene posto all’esterno dell’abitazione per espellere l’aria calda (il funzionamento del climatizzatore è sempre quello: l’aria calda viene espulsa per abbassare la temperatura dell’ambiente).

Due tipi di condizionatore portatile: monoblocco e split


Esistono vari tipi di condizionatore portatile

: quello monoblocco portatile e quello con split portatile. Nel primo caso, la struttura è costituita da un tubo che aspira l’aria calda e la espelle al di fuori dell’ambiente, per poi restituirla fresca in tutta la casa: molto diverso dal secondo tipo di condizionatore, dove le strutture sono due e sono collegate tramite tubi, all’interno dei quali passa il gas che andrà a rinfrescare l’ambiente. La differenza tra i due, poi, sta anche nelle funzioni: il condizionatore portatile monoblocco non permette di riscaldare quasi mai; il condizionatore split portatile, invece, consente anche di riscaldare, e anzi: lo fa egregiamente.

Approfondisci: la bolletta è meno cara con il termostato Nest

Risparmiare con il condizionatore portatile è sicuro: il climatizzatore fisso vi consente di rinfrescare tutto l’ambiente, ma molto spesso sarete costretti a tenere aperte le porte e dunque a tenerlo acceso per molto tempo; in questo caso, invece, vi basterà raffreddare l’ambiente che vi interessa per stare tranquilli anche con il caldo cocente che ci sarà fuori.

Fonte foto | Angolo degli acquisti

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: