Android M, con il nuovo aggiornamento la microSD diventa anche storage interno

Con Android M qualsiasi tablet e smartphone potrà sfruttare la micro SD come memoria interna

android m

Questo è senz'altro uno dei miglioramenti più significativi apportati da Android M al mondo della tecnologia in generale, soprattutto a smartphone, phablet e tablet che sfruttano, più di ogni altro gadget e dispositivo elettronico, le microSD. Ci sono ancora molti pettegolezzi attorno al successore di Android Lollipop e poche conferme; ma oggi siamo proprio dinanzi a una di queste, perché sì: Google permetterà davvero di usare la piccola scheda come storage interno, dando impulso, ovviamente, allo sviluppo a un settore importante del mercato (bisogna considerare, infatti, che, se usate una microSD come storage interno, allora non potrete sottovalutarne la velocità di accesso e molte altre variabili: di questo si occuperanno le case produttrici, che sicuramente sapranno fare bene il proprio lavoro).

Dicevamo che si tratta di una notizia ufficiale, e si apprende tutto nella developer preview di Android M, che è stata presentata ieri assieme ad altre interessanti novità: al momento della formattazione - questo, per ora, è la possibilità di utilizzo prospettata da Google - si potrà scegliere se usare la microSD come memoria portatile o come memoria interna, aiutando tutti coloro che con tablet e smartphone si trovano a dover fare i conti con una memoria di partenza non sempre capiente. Va detto, purtroppo, ma era da mettere in conto, che tale possibilità non può essere sfruttata con le memorie USB, che possono essere configurate, almeno fino ai prossimi aggiornamenti, soltanto come portatili.

Approfondisci: le onde cerebrali diventano password in Spagna

Non appena avremo ulteriori informazioni su Android M, vi aggiorneremo tempestivamente: le novità promesse da Google, infatti, sembrano essere molte di più rispetto a questa.

Via | Android Police

  • shares
  • Mail