Printocho: robot che educa alla stampa 3D

La tecnologia evolve. Educare i bambini ai vari step è un bisogno che alcune aziende affrontano con particolare attenzione. Printocho ne fornisce un esempio.

Printocho è un robot educativo nato dall'uso di una stampante 3D, che punta ad avvicinare i bambini alla programmazione Arduino, al design e alla stampa tridimensionale.

Una miscela fra arte, tecnologia e gioco interattivo, che introduce le nuove generazioni al mondo degli automi, per stimolare il loro interesse e lo spirito creativo che portano naturalmente in dote.

L’idea alla base del progetto è quella di reinterpretare il concetto classico di robot creando un gioco che consenta allo stesso tempo di divertire e di imparare. La fiaba di Pinocchio ha fornito l'ispirazione, creando un essere “animato” partendo dall'assemblaggio dei pezzi precedentemente lavorati.

Le parti plasmate con stampante 3D possono essere sostituite, dando agli utenti la possibilità di modificare continuamente la fisionomia di Printocho: è sufficiente pensare a nuove parti, produrle e inserirle al posto delle precedenti, nell'ambito della composizione.

Il robot è costituito da quattro servomeccanismi che creano i movimenti della testa, della vita e delle braccia e, pur trattandosi di movimenti robotici, lo rendono estremamente espressivo. Gli occhi, invece, sono costituiti da due LED che lampeggiano in diversi modi, contribuendo così a dare ulteriore comunicatività al robot.

  • shares
  • Mail