Sharp oltre il Retina: nuovi display ultra-densi grazie alla nuova tecnologia IGZO


Sharp e Semiconductor Energy Laboratory hanno annunciato di aver sviluppato una nuova tecnica di produzione di display LCD ultra-densi, ben oltre i limiti a cui siamo abituati. Fulcro della nuova tecnologia è un nuovo ossido di indio, gallio e zinco (condensato: IGZO), un semiconduttore ad alta cristallinità che renderà possibile pannelli con risoluzioni esagerate, consumi minori, maggiore sensibilità al tocco e cornici ancora più sottili per smartphone, tablet e portatili.

I primi prototipi IGZO appariranno il 5 giugno al Display Week Symposium di Boston e comprendono un display da 4,9 pollici da 720x1280 da 302 ppi e uno più grande da 6,1 pollici da ben 2560x1600 pixel (!!), una risoluzione stellare che porta i pixel nel dominio dell'invisibile. Parliamo infatti di 498 pixel per pollice, ben oltre i 326 pixel definiti da Apple come risoluzione limite per poter distinguere un pixel su un dispositivo per un uso ravvicinato (a.k.a. Retina).

IGZO debutterà anche in pannelli organici, sia nel medio che piccolo formato. Qualche esempio: un display da 13,5 pollici in QFHD, ovvero 4 volte il 1080p (3840x2160) e uno flessibile da 3,4", entrambi da 326 ppi.

Per ora i pannelli esistono in forma di prototipo, ma le aziende fanno sapere che ci sono ancora ostacoli da superare per quanto riguarda la durata di servizio e le modalità di produzione. In ogni caso i pannelli già esistono e si potranno toccare con mano tra pochi giorni.

Foto: The Verge

Via | Sharp

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: