CeBIT 2012: il prototipo di ultrabook con touchscreen di Intel

La presenza di Intel al CeBIT 2012 ha probabilmente la sua punta di diamante in un prototipo che sembra colmare un grande vuoto nei nostri cuori tecnologici: un ultrabook con il touchscreen.

Dopo aver creato l’intera categoria (del tutto artificiale) degli ultrabook per stimolare lo sviluppo di CPU potenti ma risparmiose d’energia e componenti compatte, Intel fa un ulteriore passo avanti per insegnare un po’ di ergonomia ai produttori ed assemblatori di PC, inserendo un touchscreen a 10 punti di contatto.

L’esperienza è praticamente identica a quella di usare un tablet (in particolare un Transformer - per ovvie ragioni), e a quanto pare il piccolo laptop da 13.3” a 1600x900 pixel è molto comodo per sfogliare le pagine virtuali dell’app-rivista digitale Zinio, pensata apposta per mettere in luce le possibilità del touchscreen. All'interno c'è una CPU Ivy Bridge 1.5GHz ed il sistema operativo è un semplice Windows 7. Il monitor sembra gigantesco. Dopo tutto siamo abituati ad interfacce touch ferme a 10.1”.

Con Windows 8 tutto sarà più bello, perchè quel sistema operativo è pensato per approfittare delle capacità dei tablet. Con questo scossone saranno molti i nomi famosi che metteranno sul mercato ibridi oppure crossover con il touchscreen, ne sono sicuro. A questo punto l'unica incognita è il prezzo, che non può neppure lontanamente essere comparabile a quello (già artificialmente abbassato) di un normale ultrabook.

Video | Ultrabooknews
Via | The Verge

  • shares
  • Mail