La verità dietro la gaffe di Intel durante la presentazione di Ivy Bridge al CES


Non è stato un CES particolarmente ricco di novità per Intel, anzi probabilmente la cosa che verrà ricordata più di tutte sarà la tragica gaffe dello staff organizzativo, che durante una dimostrazione delle capacità grafiche del nuovo chip Ivy Bridge ha goffamente rivelato per pochi istanti che quello che veniva mostrato su schermo era solo un video preregistrato, non un gioco vero e proprio.

La "papera" ha fatto il giro del mondo (se l'avete persa, eccola in uno dei tanti video su YouTube) e in molti legittimamente si sono chiesti se i prototipi di Ivy Bridge esistano davvero e se siano veramente in grado di far girare F1 2011. Il giornalista Anand Lal Shimpi di AnandTech ha svelato l'arcano, riuscendo a mettere le mani sullo stesso identico ultrabook dotato della piattaforma preliminare Ivy Bridge usato nella presentazione.

A quanto pare l'escamotage del video è servito solo per semplificare la presentazione, nessuna cospirazione quindi, perchè come potete vedere nel video subito dopo l'interruzione l'ultrabook è perfettamente in grado di eseguire il gioco (medio dettaglio e risoluzione nativa, ovvero 1366x768). Il framerate non è stellare ma non stupisce, visto che si tratta pur sempre di una grafica integrata nella CPU e il gioco di Codemasters è particolarmente esoso di performance.

Ricordiamo che Ivy Bridge è il nome in codice della futura architettura Intel iCore che andrà a sostituire le attuali CPU Sandy Bridge nei desktop e notebook di nuova generazione. Le principali novità sono nella nuova grafica integrata più evoluta, il supporto a PCI Express 3, consumi ridotti e velocità di clock superiori, ormai prossime ai 4GHz di clock nelle frequenze della modalità Turbo. L'arrivo di Ivy Bridge è previsto per la primavera e sarà retrocompatibile con le schede madri attuali che supportano Sandy Bridge.

  • shares
  • Mail