Freefly Alta: drone per i professionisti del cinema

Fra le opzioni d'uso più interessanti dei droni ci sono quelle in ambito cinematografico. Freefly fa la sua proposta.

Freefly Alta è un drone dedicato ai professionisti del cinema, che segna una nuova parentesi produttiva di un'azienda di grande esperienza nell'ambito delle riprese per l'industria del piccolo schermo.

Questo modello inaugurale offre una soluzione chiavi in mano per chi ama il mondo di Hollywood. La sua originalità consiste nel fatto che gli operatori possono fissare la loro videocamera di fascia alta in cima al dispositivo, lasciando comunque l'opportunità di piazzarla in basso, come sulla stragrande maggioranza dei droni attualmente presenti sul mercato.

L'insieme delle coniugazioni offre un'ampio ventaglio di prospettive d'uso, utili nello specifico ambito di riferimento, dove la libertà operativa assume un ruolo prioritario, come la possibilità di usare strumentazione di primo livello, che garantisca riprese spettacolari, votate all'eccellenza.

In quest'ottica sarà molto apprezzata la capacità di carico dell'apparecchio, che permette di sostenere pesi fino a sette chilogrammi: quanto basta per fare appello alle doti di una telecamera di lignaggio cinematografico.

L'autonomia annunciata è di quindici minuti per carica: può sembrare bassa, ma secondo me è molto interessante, specie in relazione alle masse imbarcate per garantire all'operatore delle riprese di ottimo livello qualitativo, che assecondino al meglio lo sforzo artistico dello staff di un cortometraggio o di un lungometraggio.

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail