Drone DJI Phantom 3 Professional: riprese a 4K

I droni sono degli strumenti molto versatili, che si prestano a varie destinazioni d'uso. Un modello firmato DJI sembra adatto anche per il cinema d'autore.

medium_p3_4K_RGB_002

Il drone DJI Phantom 3 Professional può filmare in 4K, standard di grande interesse per la risoluzione della televisione digitale, del cinema digitale e della grafica più evoluta al computer, come quella degli effetti speciali, oggi sempre più presenti nel piccolo schermo, non solo nei film di fantascienza o di grande azione o ricostruzione, ma anche nelle pellicole più "tranquille", dove occorrono solo delle correzioni o piccoli interventi di ottimizzazione.

Questo apparecchio a pilotaggio remoto è adatto ai bisogni dei registi più evoluti sul piano tecnologico, giovandosi dei suoi pregi per girare dei video di ottima qualità che, ovviamente, sono in grado di soddisfare i bisogni dei clienti meno esigenti su questo fronte.

Nella realizzazione del prodotto, capace di 30 fotogrammi per secondo, l'azienda cinese ha infuso la sua sapienza, con un occhio di riguardo per il prezzo, pari a circa 1.399 euro.

Accanto a questo, la gamma comprende altri modelli, come il Phantom 3 Advanced, con definizione di 1920 x 1080 pixel e 60 fotogrammi per secondo. In questo caso la spesa scende a quota 1.099 euro. Le videocamere hanno un campo di visione di 94° e sono pilotabili tramite un controller o un’applicazione via smartphone/tablet. Entrambi gli esemplari dispongono di modulo GPS, per recuperarli in caso di perdita. Con batteria supplementare il costo da sostenere cresce di 100 euro in ciascuno dei due casi.

Via | Gizmodo.fr

  • shares
  • Mail