Samsung Gear VR, un uomo vede suo figlio nascere grazie al sensore

Samsung Gear VR permette a un uomo di assistere alla nascita di suo figlio

Se c'è una tecnologia più affascinante delle altre, quello è sicuramente il sensore per la realtà virtuale, che, pur appartenendo a un mercato di nicchia e non potendo dunque garantire entrate simili a quelle di smartphone, tablet e computer, è comunque un investimento da non sottovalutare: d'altra parte, le nicchie possono arrivare ad essere fortemente remunerative (pensate al mercato del lusso, e dunque agli smartphone con particolari rivestimenti e costruiti con determinati materiali, oppure, se usate Google Adsense, a quanto siano remunerativi certi argomenti in termini di CPC).

A parte il discorso del guadagno, Samsung Gear VR, che è il sensore per la realtà virtuale d'eccellenza, oggi si fa notare non per introiti particolarmente elevati, ma per ciò che ha permesso di fare a un neopapà lontano 500mila chilometri dalla madre che stava per partorire suo figlio: il video è molto emozionante, e mette in evidenza come la tecnologia non sia soltanto divertimento, azienda, scuola e così via; la tecnologia permette, come in questo caso, di migliorare le infrastrutture mediche e ospedaliere, aiuta la ricerca e non solo: sicuramente questo papà sarà per sempre grato a Samsung, e non avrebbe tutti i torti, perché assistere alla nascita di un figlio, nonostante si sia distanti, non ha prezzo.

Approfondisci: Samsung firma una cuccia tecnologica per cani

Grande pubblicità per Samsung Gear VR


samsung gear vr

Procedono gli investimenti di Samsung sul suo Gear VR, ma questo video, dovendo leggere questa notizia con la malizia del mondo del marketing, vale molto di più di qualsiasi spot promozionale: intanto, auguri ai neogenitori!

Via | Sam Mobile

  • shares
  • Mail