Google Glass usati per un'operazione al cuore in un ospedale italiano

I Google Glass usati in un ospedale torinese: ecco come

Adjusting Google Glass

I Google Glass continuano a dare il meglio di sé in particolari settori, specialmente in quello chirurgico, dove ha già dimostrato di valere parecchio. Oggi siamo qui a darvi un'altra prova di quanto i Google Glass possano essere utili per certi lavori, parlandovi di come li ha usati il professor Mauro Rinaldi nel corso di un intervento di sostituzione della valvola aortica all'ospedale Molinette di Torino: una volta tanto, insomma, l'Italia non sta a guardare i progressi dell'estero e sperimenta da vicino tecnologie così importanti.

Il progetto dei Google Glass - come ben sapete - è stato affidato al CEO di Nest, dunque non è stato accantonato, anche se ha ancora molta strada da fare affinché possa affermarsi tra i consumatori medi o comunque allontanarsi da un mercato ristretto: il prezzo è ancora altissimo, l'interfaccia deve essere ottimizzata, molte aziende devono ridare fiducia agli occhiali e così via; Google forse ha lanciato questo accessorio troppo presto, e infatti i risultati si son visti, anche se, molto probabilmente, la situazione potrebbe cambiare con l'arrivo del nuovo Android per la realtà virtuale. Ma veniamo all'operazione del dottor Mauro Rinaldi.

Il medico ha usato i Google Glass con un paziente di settant'anni a cui è stata impiantata una protesi di nuova generazione al posto della valvola aortica (potete vedere l'operazione nel video pubblicato dalla fonte a cui abbiamo attinto): grazie ai Google Glass, il chirurgo ha potuto condividere tecniche e indicazioni in tempo reale in presentia, e cioè con coloro che lo stavano aiutando, e in absentia, vale a dire sempre con gli addetti ai lavori, ma tramite hangout; i Google Glass, insomma, sono stato un valido supporto, e la speranza è proprio quella di vederli sempre più usati, visto che servono effettivamente, in circostanze del genere. Complimenti a Google, e complimenti al team di Mauro Rinaldi!

Via | La Stampa
Fonte foto | Cdn.datamanager.it

  • shares
  • Mail