Harman e HTC potenziano la partnership al MWC 2015

Gli antichi non sbagliavano: squadra che vince non si cambia. Anche i marchi della tecnologia sposano questo detto, frutto della saggezza popolare. Harman e HCT mettono in atto la pratica.

htc-mwc-2015-04

Harman e HCT scelgono la cornice del MWC (Mobile World Congress) di Barcellona, in programma nella città iberica fino al 5 marzo 2015, per annunciare l'estensione della loro partnership, i cui esiti sono stati fruttuosi fino ad oggi.

Si avvia, quindi, verso il consolidamento un'intesa sperimentata in modo positivo fra due nomi hi-tech, specializzati nei loro comparti. Così si integrano meglio le rispettive competenze. Harman mette sul piatto il suo know-how nell'ambito delle soluzioni per l’audio, il video, l'infotainment e l'automazione di livello enterprise; HTC offre il suo savoir-faire nel settore della telefonia, dove la compagnia di Taiwan si è guadagnata una reputazione come azienda produttrice di smartphone. 

Nell'ambito della nuova collaborazione, i due marchi offriranno anche un bundle esclusivo che comprenderà l'HTC One M9 e il nuovo speaker Bluetooth portatile Harman Kardon One. Quest'ultimo avrà un prezzo con lo sconto (rispetto ai 150 euro circa di listino) se abbinato a un telefono HTC selezionato, offrendo la possibilità di effettuare lo streaming stereo con una potenza pari a 2x6W. Per l'altoparlante in questione, un'autonomia fino a cinque ore e la possibilità di utilizzarlo come altoparlante per lo smartphone.

La sintonia fra i due gadget, percepibile già a livello stilistico, darà nuove opzioni di ascolto in mobilità, grazie all'efficace gestione a distanza delle dinamiche musicali dal nuovo HTC One M9, con preinstallato il software Firecast, per lo streaming delle sette note dal dispositivo mobile al sistema Wi-Fi multi-room Harman Kardon Omni Home, che supporta le principali app musicali e permette lo streaming di contenuti audio HD così come il suono surround multi-livello, in ogni stanza.

Attraverso l'utilizzo dei controlli dell'app e le opportune impostazioni, gli ascoltatori potranno persino ascoltare contenuti musicali diversi a seconda dell'ambiente domestico di riferimento. Niente male, vero?

  • shares
  • Mail