Google Glass: il nuovo boss Fadell di Nest vuole ripartire da zero

Secondo alcune fonti interne all'azienda il nuovo responsabile del progetto, Tony Fadell, ha deciso di voler ricominciare da capo e ridisegnare completamente i Google Glass.

google-glass

Non ci sono state nuove dichiarazioni ufficiali da parte di Google in merito al futuro dei Google Glass, un progetto che a quanto pare ha fallito nello scopo di raggiungere le aspettative della corporation.

Però da quando è passato nelle mani di Tony Fadell, capo di Nest e co-inventore dell’iPod, ci sono state molte speculazioni sulla rotta che intende intraprendere. Il New York Times, tuttavia, ha le sue fonti, ed esse sostengono che i nuovi Glass saranno completamente diversi dai gadget che gli sfortunati pionieri del progetto di collaudo hanno acquistato a caro prezzo. Fadell vuole ricominciare da capo, e lavorare al progetto fino a quando non sarà perfetto.

Non ci sarà un programma di testing pubblico, non ci saranno possibilità di mettere le mani sui prototipi né tantomeno di acquistarli.

D’altro canto Nest non ha affatto una storia di beta testing affidabile, né di prodotti “perfetti” come le convinzioni di Fadell avrebbero invece indotto a credere. Questo porta a ritenere che non serviranno anni ed anni per vedere il primo Google Glass 2.

Quello che ci piacerebbe sapere è cosa pensa Google e cosa pensa il boss di Nest a riguardo del progetto “magico” di realtà aumentata che Microsoft ha presentato un paio di settimane fa. Hololens sembra aver cambiato completamente le aspettative su ciò che è effettivamente possibile fare con un paio di occhiali smart, e nulla di quello che Google ha mai presentato si avvicina alla realtà aumentata olografica proposta da Redmond.


GUARDA: Google Glass e la loro interfaccia

  • shares
  • Mail