SmartThings e Samsung assieme con il nuovo Hub al CES 2015 [LIVE]

Abbiamo guardato da vicino l'Hub SmartThings di Samsung e ci abbiamo "giocato" un po'.

SmartThings e Samsung, domotica e novità del CES 2015

Aggiornamento 8 gennaio 2015 - contenuti di Francesco Lanza
Abbiamo dato un'occhiata da vicino anche alla domotica targata Samsung e SmartThings allo stand delle due aziende al CES 2015, e abbiamo potuto notare il livello di integrazione presente tra gli apparecchi e i sensori per l'automazione casalinga e i nostri smartphone. Se l'Internet of Things e la domotica sono questo, allora Samsung è decisamente sulla buona strada. I sensori sanno che siamo in casa e che ce ne siamo andati, e la dimora agisce di conseguenza per quello che riguarda la sicurezza e il controllo ambientale. Si può letteralmente chattare con casa nostra - e ha cose interessanti da dirci!

SmartThings per la domotica al CES 2015, dopo il Kicktarter, l'acquisizione di Samsung cambia il futuro


il nuovo Hub di SmartThings

6 Gennaio 2015 - contenuti di Daniele Particelli
I primi frutti dell’acquisizione di SmartThings da parte di Samsung sono stati svelati dall’azienda coreana al CES 2015 di Las Vegas con l nuovissima versione di Hub, il dispositivo per la domotica lanciato sul mercato nell’agosto 2013 dopo una campagna di grande successo su Kickstarter.

Il nuovo SmartThings Hub, lo vedete in foto, punta alla funzionalità: il processore è più potente rispetto al passato e ora integra anche una batteria che si rivelerà fondamentale nel caso di blackout, così come una connessione cellulare che permetterà allo stesso di funzionare in assenza di connessione fissa.

Il processore più potete permetterà di eseguire applicazioni in locale senza l’obbligo di appoggiarsi ad altri componenti della rete, mentre la batteria integrata e la connessione cellulare permetteranno all’Hub di continuare a funzionare anche davanti a un blackout elettrico.

Tante novità anche sul fronte dei sensori, le cui dimensioni sono state ridotte di circa il 66%, potenziati sul fronte della qualità dei materiali. Questo vale per SmartSense Presence, SmartSense Motion e SmartSense Multi. Miglioramenti anche sui collegamenti con dispositivi di terze parti, a cominciare dal supporto nativo per hue di Philips, dei termostati di Honeywell e le videocamere di Netgear.

L’altra grande novità è rappresentata da SmartThings Premium, il servizio in abbonamento che si occuperà, tra le altre cose, di inviare sms o effettuare chiamate a una serie di numeri di telefono nel caso di problemi o emergenze, da allagamenti a incendi, passando per perdite o intrusioni.

SmartThings Premium, in arrivo in Nord America nel mese di aprile, includerà anche la possibilità di salvare in automatico su supporto fisico tutte le registrazioni del sistema di videosorveglianza.

Via | SlashGear

  • shares
  • Mail