Panasonic Viera, le smart TV con Firefox OS al MWC 2015

Abbiamo potuto vedere un'anteprima dell'interfaccia delle Panasonic Smart TV Life+ 4K con un nuovissimo sistema operativo Firefox OS, che saranno presto commercializzate: ecco il nostro parere.

Firefox OS sulle smart TV Viera, hands-on al MWC 2015

Aggiornamento 5 marzo 2015
Al Mobile World Congress 2015 di Barcellona abbiamo anche avuto la possibilità di fare un giro per il faraonico stand di Firefox OS. Sono pochi i terminali nuovi presenti allo stand, ma è risultato evidente sin dall’inizio lo sforzo della corporation per promuovere il suo sistema operativo, che da un lato è un’ottima offerta per gli smartphone mid-range ed entry level, e dall’altro si sta rivelando un partecipante a sorpresa in una sorta di “guerra degli OS” che si sta avendo atto tra i produttori di smart TV.

Se i giochi nel mondo dei telefoni sono già fatti, e c’è davvero poco che Firefox OS possa fare per affrontare iOS e Android, la stessa cosa non vale affatto per i televisori. Fino all’anno scorso tutte le smart TV avevano pessime interfacce, ma a partire dal CES di quest’anno i brand hanno iniziato a fare a gara per trovare un modo di rendere una TV facile da usare come uno smartphone. Panasonic ha scelto Firefox OS a sorpresa, e il risultato è piuttosto interessante.

Come funziona


Firefox OS sulle smart TV Viera, hands-on al MWC 2015

Abbiamo visto da vicino il funzionamento di questo sistema operativo su uno grosso schermo 4K, e funziona parecchio bene.

Firefox OS è basato su HTML5, ed è in effetti animato dagli stessi concetti che fanno funzionare il diffusissimo browser. La sua variante per il televisore, tuttavia, ha un’interfaccia differente. Molto semplificata, si basa su una serie di grosse icone che vengono chiamate con una pressione del tasto sul telecomando.

Questo approccio ha due caratteristiche fondamentali:

  • Si tratta di un sistema velocissimo, uno dei più rapidi che ho mai visto su una TV. Le icone compaiono in un soffio.
  • L’interfaccia è estremamente semplice, di facile comprensione per chiunque: tutti gli elementi fondamentali sono presenti da subito: canali TV, browser e app market.

Personalizzare questa sorta di interfaccia/dock è molto facile. Si possono aggiungere dei “segnalibri” ad essa, che possono essere tanto canali televisivi, quanto app, quanto pagine e indirizzi web. Questi segnalibri possono essere aggiunti e rimossi con pochissimo sforzo, riordinando subito la nostra interfaccia principale.

Le app presenti sono in gran parte quelle sviluppate dal team Panasonic per venire incontro agli accordi commerciali stretti dall’azienda: cose come Netflix e YouTube, per esempio. Mozilla sta iniziando a proporre le sue app, che sono dei semplici port delle app presenti sugli smartphone Firefox OS. Non si possono usare direttamente le app dei telefoni, tuttavia: interfaccia e risoluzione vanno adattate a un grande schermo 16:9.

Il futuro di Firefox OS


Firefox OS sulle smart TV Viera, hands-on al MWC 2015

Firefox OS e Mozilla voglioni davvero crescere, e l’accordo con Panasonic è un trampolino di lancio. Se le TV Viera avranno il successo di mercato che entrambi i brand sperano, Firefox OS diventerà una visione se non comune, per lo meno familiare. Mozilla spera di poter stringere accordi con altri produttori di televisori quest’anno, mettendo a frutto l’esperienza acquisita con la collaborazione con Panasonic, con la quale non ha un rapporto esclusivo - dopo tutto l’idea di Mozilla è di produrre del software libero, capace di spaziare su piattaforme e continenti.

Panasonic Viera LED TV 4K scelgono Firefox OS


viera-firefox-os-homescreen

Contenuti 26 febbraio 2015
Come avevamo visto al CES 2015 di Las Vegas (vedi più sotto i contenuti precedenti), Panasonic ha scelto di combattere a fianco di Mozilla la sua guerra alla miglior interfaccia per le smart TV. Considerato che la generazione precedente di queste macchine era caratterizzata da pessime GUI confuse e mai aggiornate, passare a un’intera guerra per chi offrirà il meglio sul mercato è un ottimo passo avanti.

Firefox OS in questa ottica sembra un’ottima scelta, non perché sia già un sistema maturo, ma perché si tratta di un ambiente ben supportato, entusiasta e con un sacco di prospettive per il futuro. Al CES avevamo visto poco più di una demo e di un prototipo incompleto, ma le cose stanno iniziando a muoversi in fretta, e Panasonic ha presentato una nuova lineup di televisori questa settimana che montano il nuovo sistema operativo.

I modelli in questione fanno parte della linea Viera, e i top di gamma si chiamano CR850 e CR730 e sono degli schermi curvi, i primi di questo tipo per la corporationo. Si tratta di televisori LED 4K, e ai suddetti si aggiungono i modelli CX800, CX700 e CX680. C’è anche un modello CX400, ma non ha Firefox OS, al contrario dei fratelli maggiori.

Firefox OS per Panasonic Viera sarà caratterizzato da una schermata home chiamata semplicemente Home Screen 2.0, che sarà differente rispetto alla versione per smartphone (ci mancherebbe altro), e sarà suddiviso in plance chiamate “deck”. Si potrà passare dal deck dei canali a quello delle app, poi ci sarà quello dei device per controllare impianti stereo e router WiFi. Si potranno fare delle ricerche in tempo reale per identificare app, canali e contenuti online facilmente. Dopo tutto parliamo di un sistema operativo che ha le sue radici in un browser, e ci possiamo aspettare ottime feature per navigare e comunicare attraverso internet.

Per i prezzi e le date di lancio si dovrà attendere.

CES 2015, primo prototipo di Firefox OS per Panasonic


Panasonic Smart TV con Firefox OS - CES 2015 - 14

Contenuti 6 Gennaio 2015
CES 2015 - Panasonic ha lavorato per un anno alle sue Smart TV Panasonic Life+ in modo da rispondere colpo su colpo alla concorrenza e offrire una GUI e un sistema operativo sufficientemente raffinato, per sostituire le interfacce farraginose del passato. La corporation ha scelto Firefox OS, esattamente come Sony ha scelto Android TV, LG ha acquistato WebOS e Samsung installato Tizen.

È una buona scelta? Lo scopriremo davvero solo a primavera quando le nuove Smart TV saranno ufficialmente commercializzate, perché la demo offertaci da Panasonic è stata decisamente breve, e indica che c’è ancora del lavoro da fare. Quello che in effetti si è visto è stato rapido, fluido e colorato, molto piacevole allo sguardo dell’utente. Panasonic sa bene come si crea qualcosa di stiloso, ed in effetti pare essere sulla strada giusta.

Una delle feature pubblicizzate dal brand è la lettura remota di contenuti su schede SD in altri device, e si spera davvero che sia facile connettere i propri smartphone al televisore senza troppe restrizioni di marca e modello.

Quest’anno Panasonic metterà in vendita 9 modelli 4K, la maggior parte dei quali saranno Smart TV con il nuovo sistema operativo. Purtroppo per il brand, le tempistiche sembrano non coincidere con quelle dello show di Las Vegas, e tutto sembra essere rimandato al secondo trimestre.

Per quanto concerne i prototipi, come LG anche Panasonic ha annunciato di lavorare ai display 8K, che saranno sfruttati in ambito medico e scientifico, oltre che educational. Se consideriamo il fatto che non si vedono in giro molti contenuti 4K, moltiplicare ulteriormente la risoluzione per il mercato consumer non avrebbe davvero molto senso.

Via | Panasonic

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: