Hector, un robot modellato come un insetto

I prodotti tecnologici crescono in fretta e il passaggio da uno stadio all’altro dello sviluppo avviene a ritmo spesso molto sostenuto. Hector è ad un buon livello di affinamento.

Solo pochi anni fa Hector era un sogno coltivato dai ricercatori della Bielefeld University (Germania), ma il tempo ha dato loro ragione, portando a risultati molto interessanti e per certi versi sbalorditivi.

Questo robot ispirato a un insetto sta muovendo efficacemente i primi passi, lasciando ben sperare su applicazioni in campi operativi difficili, sulla Terra ed anche oltre.

Ognuna delle sei zampe si muove autonomamente, reagendo alle variazioni inattese nella morfologia del terreno. Questi arti bionici consentono ad Hector di mantenere l’equilibrio su un terreno scivoloso, di superare i piccoli ostacoli e, più in generale, di trovare una soluzione di disimpegno in un buon ventaglio di circostanze sfavorevoli.

hector-robot-bielefeld-university

Al momento si tratta di un modello da laboratorio, ma presto potrebbe diventare qualcosa in più di un “semplice” esperimento. Se tutto andrà per il verso giusto, questo progetto potrebbe aprire la strada a trasportatori autonomi di carico in situazioni ambientali difficili, a rover extraterrestri e ad altre modalità di impiego.

Questo corpulento robot può farsi beffe degli ostacoli incontrati lungo il cammino, muovendosi in modo relativamente fluido sulle diverse tipologie di terreno. E’ un gioiello delle tecnologie di biomeccatronica, controllato nei movimenti da un sistema Walknet. Il video mette in mostra in modo efficace alcune sue qualità.

Via | Engadget.com

  • shares
  • Mail