Google Glass slittano oltre il 2015? Finalmente parla Eric Schmidt

I Google Glass potrebbero essere completamente diversi e arrivare dopo la fine del 2015

google glass

Non sappiamo ancora quali saranno le vicende che coinvolgeranno i Google Glass, ma sappiamo con sicurezza che Google non ha abbandonato il progetto: dopo che in rete è emersa una presunta seconda versione, è stato Eric Schmidt, infatti, a parlare della sorte dei suoi Glass, confermando che l'uscita potrebbe anche slittare oltre il 2015; gli occhiali intelligenti - stando alle sue parole - usciranno solo quando rappresenteranno un prodotto finito e non una sorta di lavoro in progress (e giustamente, aggiungiamo noi, visto che già costano parecchio: venderli incompleti, quindi, rappresenterebbe un affronto bell'e buono, oltre che un suicidio commerciale vero e proprio).

Erich Schmidt ha parlato durante la conferenza FT Innovate di New York organizzata da Financial Times: il CEO di Google ha spiegato non solo che i Google Glass potrebbero essere rilasciati dopo il 2015, ma pure che l'edizione finale dei suoi occhiali potrebbe essere di gran lunga differente rispetto a quella che abbiamo visto finora. La speranza, ovviamente, è che Google non pensi solo all'hardware e al software, ma anche a delle strategie utili per proteggere la privacy nei luoghi pubblici e impedire che certe situazioni si ripresentino.

Approfondisci: i Google Glass arrivano in Italia a 2000 euro

Per completezza, vi riportiamo che, sempre nel corso della conferenza, dopo aver finito di parlare dei Google Glass, Schmidt ha anche parlato di intelligenza artificiale: un giornalista gli ha chiesto se potrebbe mai rappresentare un pericolo per l'umanità intera e la sua risposta è stata ironica ed efficace (d'altra parte, a una domanda così fantascientifica non avrebbe potuto rispondere diversamente); ecco qui:

"L’ultima volta che l'ho controllato, il cavo dell'alimentazione era nelle nostre mani".

Non appena avremo ulteriori aggiornamenti sui Google Glass, vi aggiorneremo.

Via | 9to5Google

  • shares
  • Mail