Nuovi Google Glass in brevetto, forse in grado di tracciare lo sguardo e interpretare la realtà esterna

Forse quelli che vedete in questo nuovo brevetto sono i primi dettagli su una nuova caratteristica dei Google Glass

un brevetto con i google glass

15/04/2015, ore 18.00

Arrivano interessanti indiscrezioni sui nuovi Google Glass da un brevetto depositato in data 7 aprile: codice identificativo US 9.001.030, il brevetto in questione mostra delle lenti in grado di tracciare ciò che l'utente sta guardando e dunque di fornire delle risposte ben precise in base agli stimoli ricevuti; come ben sapete, non si tratta certo di una tecnologia assurda e mai sentita prima, ma non si può neanche dire che sia roba da niente: basta guardare un oggetto, per esempio, e questi Google Glass potrebbero fornirti informazioni su caratteristiche precise, prezzi, sconti e così via.

L'obiettivo di Google con i suoi Glass è sempre stato quello di migliorare la quotidianità dell'utente: tu usi gli occhiali e loro ti forniscono tutte le informazioni che vuoi, a seconda dell'ambiente esterno; cosa che, detta così, sembra nulla, ma che, in realtà, sarà frutto di un sistema altamente sofisticato e studiato nei minimi dettagli. Come quanto emerge da questo brevetto.

Approfondisci: Google al lavoro su nuove batterie più sicure e flessibile, tutti i progetti dell'azienda

Il sistema in questione, infatti, sfrutta un sensore visivo e il GPS per capire dove stiamo guardando: si bassa su tre meccanismi, quello dell'eye-tracking; quello della visualizzazione e quello per l'ambiente, che mostra da dove viene la luce: la combinazione dei tre sistemi in questione permetterebbe proprio di raggiungere l'obiettivo di interpretazione della realtà osservata e il conseguente invio d'informazioni. Al momento, il sistema brevettato da Google - come si vede anche nell'immagine - contempla l'uso di due lenti dubitiamo, però, che i fatti stiano realmente così.

Via | 9to5Google

Saranno così i nuovi Google Glass? Spunta un brevetto


google glass design

Recentemente è emersa l'indiscrezione secondo la quale i nuovi Google Glass dovrebbero montare un processore Intel che garantirà una maggiore velocità e una migliore prestazione. A lanciare il pettegolezzo in rete era stato The Wall Street Journal, che, però, non aveva rilasciato ulteriori dettagli in merito, e quindi non aveva parlato né dell'aspetto degli occhiali né delle nuove possibili funzionalità. Oggi aggiungiamo a quelle indiscrezioni i piccoli dettagli che mancavano, rifacendoci a un brevetto che Google ha depositato recentemente.

Approfondisci: esperimento in Florida con i Google Glass durante la guida

Il brevetto mostra dei Google Glass leggermente diversi da quelli a cui siamo abituati, e cioè con un design piuttosto rinnovato e una base simmetrica abbastanza discreta, con una parte - quella che contiene l'hardware - che sembra quasi fluttuare. Inutile dirvi che potrebbe trattarsi semplicemente di un prototipo e che, anzi, questo potrebbe essere pure un brevetto depositato giusto per bloccare alcune tecnologie, preservandole dalla concorrenza: in fin dei conti, ne abbiamo visti di brevetti molto interessanti ma tutt'altro che concretizzati.

Approfondisci: Google Glass in Italia a 2000 euro

La speranza è che questo nuovo brevetto sia soltanto l'inizio di una serie interessante di novità: sappiamo bene che i Google Glass sono un buon prodotto, e riproporli così come sono stati pensati finora, senza alcun intervento relativo alla privacy e soprattutto senza abbassare i costi, non spalancherà di certo loro le porte del successo. Vi terremo aggiornati sulle prossime mosse di Google.

Via | Qz.com

  • shares
  • Mail