Nest, divertente campagna di spot pubblicitari in USA

Nest è stata acquisita da Google, e poi ha assorbito Dropcam. Ora i suoi prodotti sono offerti in bundle e sono tutti interconnessi - ed è iniziata una campagna pubblicitaria a tappeto. Gli spot sono divertenti, ma ovviamente tralasciano il problema della privacy.

Nest è stato acquistato da Google da tempo, e ha a sua volta assorbito i creatori di telecamere connesse intelligenti Dropcam. Ci sono state delle discussioni piuttosto accese sull’idea del connubio di Nest, che produce termostati smart e altri device che controllano la dimora dei suoi utenti, e di Google, la cui esistenza e patrimonio miliardario dipendono completamente dal quantitativo di dati che riesce a carpire dai nostri comportamenti online. Diventa piuttosto naturale diffidare di una testa di ponte informatizzata di Google che per sua stessa natura ci tiene sotto osservazione continuamente nella nostra casa.

Nest non sembra comunque turbata da questi timori, e i suoi spot glissano agilmente sulla polemica, dove non la sbeffeggiano apertamente. Anzi, con un gesto di vera e propria acrobazia delle public relations, omettono persino il nome di Google. Dirò di più: Nest ha del talento, perché gli spot stessi sono stati creati all’interno dell’azienda dal direttore del marketing Doug Sweeny.

Si tratta di una serie di pubblicità che ironizzano sui possibili timori degli utenti nei confronti di Nest e Dropcam. Il primo, che vedete in cima all’articolo ritrae un anziano nonno che ci spiega che internet verrà a ucciderci tutti e l’eccessiva comodità di Nest ci avrà resi troppo molli e rattrappiti per combattere; il secondo è visto dal punto di vista di un cane, dispiaciuto di non poter distruggere la casa in pace perché tenuto sotto controllo da Dropcam; Il terzo invece riguarda un bambino dagli istinti artistici e distruttivi, che “Prova intenso rincrescimento nei confronti dell’introduzione delle Dropcam in casa”; L’ultimo riguarda il classico nevrotico, che spiega quanto sia difficile resistere alla tentazione di controllare lo smartphone ogni cinque secondi a caccia di notifiche.

Il termostato Nest e alcuni dei suoi altri prodotti al momento non sono ancora fatti per essere compatibili con gli standard usati in Europa, ma sappiamo che rientra nelle mire dell’azienda quella di espandersi a livello globale. Al momento i termostati sono offerti a $249, il sensore per gli incendi a $99 e le videocamere connesse Dropcam Pro costano $199.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: