Prelievo sangue: la geografia dei vasi in diretta con gli infrarossi

Tante volte, nei centri di analisi cliniche, alcuni pazienti sono costretti a fare i conti con diverse punture di siringa prima che venga trovata la vena. Questo avviene specie quando il braccio dell’esaminato è grosso.

prelievo-infrarossi

La tecnologia è di vitale importanza in campo medico-sanitario, perché consente risultati notevoli su diversi fronti. Il riferimento naturale va agli straordinari macchinari di cui gli ospedali e i laboratori privati sono dotati, ma anche in ambiti “collaterali” il progresso migliora i metodi operativi.

Un esempio giunge dal nuovo modo che alcuni scienziati della banca del sangue dalla Croce Rossa Australiana hanno trovato per individuare le vene dei pazienti con precisione. Così, in occasione dei prelievi, si va a colpo sicuro, risparmiando fastidiosi passaggi a vuoto e complicazioni in certi casi particolari.

Il metodo si basa sull’utilizzo dei raggi infrarossi per individuare i vasi sanguigni dell'esaminato. Proiettando il fascio sul braccio del paziente, si evidenziano in tempo reale le geografie delle vene, consentendo all’infermiere (o al medico) di indirizzare l’azione per ottenere campioni di sangue.

veebot

La soluzione propone un'alternativa "umana" all'offerta di Veebot, un robot specializzato nel prelievo di cui vi avevamo parlato qualche tempo fa. Quel modello, sviluppato in collaborazione con Epson, è venuto al mondo con l’obiettivo di automatizzare completamente il processo di prelievo negli esseri umani. Per eseguire il campionamento, il robot effettua diversi passaggi.

Una telecamera a infrarossi è chiamata a identificare il posto più adatto per prendere di mira la vena, la cui puntura avverrà con precisione "chirurgica", grazie alla guida di un dispositivo a ultrasuoni. A quel punto il gioco sarà fatto. Pare che le possibilità di riuscita siano al momento dell’83%, ma si vuole portare il tasso di successo al 90% prima di iniziare le sperimentazioni cliniche. Io resto perplesso e mi chiedo cosa potrebbe succedere se la macchina impazzisse. Gli scenari che si possono immaginare sono tanti. Li lascio tutti alla vostra fantasia e al vostro giudizio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: