Cheetah: il robot del MIT che sembra un ghepardo

La gestazione è stata lunga e non ha ancora raggiunto il traguardo finale, ma i progressi sono tangibili, consegnando all’attualità un automa di grandi doti.

Il MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston lavora da anni su Cheetah, un robot ghepardo che ora può camminare “senza guinzaglio”, potendosi muovere da solo, senza alcuna assistenza, a un ritmo impressionante. Del resto, il felino scelto come fonte di ispirazione ha nella velocità la sua dote dominante.

Questo automa a quattro zampe si avvia a raggiungere i risultati fissati in fase di progetto, facendo la gioia degli ingegneri che da un po’ di tempo lavorano sul tema. Oggi Cheetah è un’opera raffinata, che può esprimere il suo potenziale, lasciando a bocca aperta.

MIT-Cheetah-05

Il robot, allo step attuale, può camminare da solo, correre, saltare e dimostrare le sue impressionanti capacità. La punta velocistica è di 16 km/h su tutte e quattro le zampe, mentre i salti che può compiere di avvicinano a quota 40 centimetri d’altezza.

A differenza di altri progetti della stessa natura, non fa ricorso a un motore a combustione interna, ma viene alimentato da un set di batterie, che lo rendono più ecologico e aderente al suo spirito. Il suo movimento è silenzioso, aggiungendo ulteriori note di stupore alla sua marcia, che somiglia ad una danza tecnologica.

L’obiettivo cui puntano i tecnici per il futuro è quello di avvicinarsi quanto più possibile alle mosse e alla prestazioni dei ghepardi reali, ma la strada da percorrere sembra ancora lunga perché questo scopo venga raggiunto. Già, però, si può essere soddisfatti di quanto fatto: è un’ottima premessa!

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail