L'evoluzione dei dinosauri in uccelli? Un processo graduale durato milioni di anni

Cosa è successo esattamente nel processo evolutivo dei dinosauri?

evoluzione dinosauri uccelli

Molto spesso quando si sente dire che i dinosauri si sono evoluti negli uccelli e che quindi i nostri volatili non sono altro che quelle creature bestiali di decine di milioni di anni fa si tende a pensare che tutto sia avvenuto all'improvviso: cosa semplicemente sbagliata, visto che l'evoluzione richiede non solo stimoli esterni ma anche molto tempo.

Oggi sappiamo qualcosa in più su questo importante processo di evoluzione, grazie a Steve Brusatte della University of Edinburgh, che ha pubblicato uno studio su Current Biology, raccontando proprio com'è avvenuta la trasformazione dei dinosauri in volatili: sintetizzando estremamente, non esiste un momento preciso in cui il dinosauro è diventato tutto d'un tratto un uccello e non esiste alcun anello mancante tra uno stadio e l'altro, proprio perché parliamo di un processo lento e graduale.

Approfondisci: da dove provengono i popoli europei?

Ma vediamo le parole di Brusatte:

"Pensiamo che il classico scheletro di uccello si sia formato durante decine di milioni di anni. Una volta che si è assemblato completamente, si è sbloccato un grande potenziale evolutivo che ha permesso agli uccelli di evolversi velocemente".

Approfondisci: qual è la stella più grande dell'universo?

In altri termini, a Endiburgo hanno creato un nuovo albero genealogico che descrive proprio questo eventuale processo di trasformazione da dinosauri a uccelli, analizzando 850 caratteristiche anatomiche appartenenti a oltre cento specie estinte: tale analisi ha portato alla conclusione secondo la quale, una volta formatosi lo scheletro di uccello gradualmente, gli uccelli stessi hanno potuto evolversi velocemente e quindi sembrare di gran lunga diversi rispetto alle terribili bestie che popolavano un tempo la Terra.

Via | Sito ufficiale dell'Università di Edinburgo

  • shares
  • Mail