Samsung non venderà più laptop in Europa

Con la morte del mercato dei PC Samsun rinuncia a vendere computer a noi europei, come ha fatto Sony pochi mesi fa.

samsung

Nessuno dieci o forse anche solo cinque anni fa avrebbe mai pensato che il mercato dei PC fosse rapidamente destinato a sparire, eppure oggi anche Samsung ha annunciato di aver deciso di non vendere più i suoi portatili in Europa, semplicemente perché non c’è più il mercato di una volta e non siamo più così interessati a spendere per un computer.

Come i Vaio di Sony, così anche i laptop di Samsung - compresi i Chromebook - sono storia passata. Al loro posto i trasformabili, i tablet e solo gli smartphone, più o meno gli unici device che ancora interessano l’utente consumer e che è disposto a comprare. Siamo sempre più connessi, ma sempre meno legati al PC, che tutto sommato non può fare molto di più di quanto già non faccia un apparecchio molto più piccolo, più comodo e comunque dannatamente costoso e redditizio per i brand dell’elettronica.

Nel caso della morte di Vaio, Sony ha anche dato il benservito ha un grande numero di dipendenti. Non ci saremmo aspettati nulla di meno da parte dell’apparato industriale nipponico, costantemente flagellato da crisi. Ma di Samsung invece non sappiamo nulla: ci saranno licenziamenti oppure quelli che lavoravano ai laptop saranno trasferiti ad altre mansioni?


    “Noi ci adattiamo rapidamente alle necessità e richieste del mercato. Discontinueremo le vendite dei laptop in Europa, e questo include i Chromebook, almeno per adesso. Questo è specifico per questa regione - e non riflette le condizioni di altri mercati. Continueremo a valutare con costanza le condizioni dei mercati e aggiusteremo la mira per mantenerci competitivi”.

Quale siano le motivazioni espresse da Samsung, io sono un po’ perplesso dalla manovra. Quello dei laptop non è più il mercato fiorente di una volta, ma allo stesso tempo gli europei sono sicuramente più disposti ad acquistarne uno rispetto agli americani e al resto del mondo. I Chromebook in particolare stanno vendendo sempre meglio - onestamente detto, sembra che i coreani qui si siano fasciati la testa prima di rompersela.

  • shares
  • Mail