USB Type C al CES 2015, ecco il nuovo standard reversibile in video

USB Type-C DisplayPort Alternate Mode è un nuovo standard per la trasmissione dei dati: ne abbiamo sentito parlare mesi fa e oggi ne sappiamo qualcosa di più grazie al CES 2015 di Las Vegas

06/01/2015, ore 16.00

Se seguite attentamente gli aggiornamenti sulle USB, sapete benissimo che ultimamente si era parlato proprio di un nuovo standard, lo USB Type-C, che, pur non avendo ancora trovato concretizzazione in dispositivi veri e propri, è stato definito in quasi ogni suo aspetto: non si tratta di un'indiscrezione, visto che questo video fatto direttamente al CES 2015 di Las Vegas da The Verge lo mette bene in evidenza.

Per chi non lo sapesse, il nuovo standard consentirà di racchiudere moltissime funzionalità in un solo cavo: era di pochi mesi fa la notizia secondo la quale le nuove USB Type-C reversibili avrebbero permesso la connessione anche di monitor 5K, e oggi questa notizia trova riscontro in ciò che è stato comunicato al CES 2015, dove video e filmati hanno fatto notare in cosa consiste realmente il frutto di tanti anni di ricerca.

Approfondisci: SmartThings al CES 2015, tutte le caratteristiche del nuovo Hub

Le conferme sono molto interessanti: tramite la USB 3.1 saremo in grado di trasferire dati fino a 10 Gbps, permettendo lo spostamento di energia elettrica, segnali audio e video a risoluzione altissima. Bisogna attendere il lavoro dei produttori, perché - come senz'altro saprete - le vecchie chiavette USB 2.0/3.0 sono tutte non reversibili sia su Personal Computer sia su smartphone e tablet.

Via | The Verge

- Mik -

USB Type C, la nuova DisplayPort Alternate Mode


usb type c DisplayPort Alternate Mode

La tecnologia USB Type C si appresta a migliorare le trasmissioni di dati: questo nuovo standard, infatti, è stato sviluppato dal lavoro congiunto di VESA e USB Promoter Group su una funzionalità tutta da scoprire, la DisplayPort Alternate Mode, e permette di trasferire non soltanto dati ed energia ma anche audio e video. Veniamo al dunque e scopriamo quali sono i miglioramenti apportati.

DisplayPort Alternate Mode (o Alt Mode) permette di fornire il supporto a risoluzioni video 4K e superiori e a SuperSpeed USB 3.1 con 100 watt di potenza per ogni cavo, oltre che di sfruttare gli adattatori per gli schermi DisplayPort, DVI, HDMI e VGA: tutto questo si traduce nell'aumento della velocità di trasferimento, che ormai tocca i 10 Gbps, e anche in una maggiore compatibilità con tutti i tipi di schermo.

Approfondisci: ecco qual è la stella più grande dell'universo

L'obiettivo, insomma, era quello di creare un nuovo standard, e, a quanto pare, sembra essere stato raggiunto a pieno: DisplayPort Alternate Mode sceglie anche il numero e il tipo di linee tramite le quali effettuare la trasmissione del segnale; per esempio, due linee possono essere usate per inviare dati video, mentre le restanti per la trasmissione dati USB 3.1.

Ricordiamo che DisplayPort Alternate Mode è una tecnologia sulla quale non sappiamo ancora tutto, anche se una recente intervista di Ars Technica ne ha messo in evidenza molte peculiarità; non sappiamo neanche quando i prodotti che la implementano usciranno sul mercato, anche se è ipotizzabile massimo il 2015 come anno di uscita. Ed è anche probabile che DisplayPort Alt Mode USB Type-C sfrutterà inizialmente DisplayPort 1.2a (5.4 Gbps per linea), per poi passare a DisplayPort 1.3: non appena sapremo ulteriori dettagli, vi aggiorneremo.

Via | The Verge

  • shares
  • Mail