Galateo hi-tech: uso sostenibile della tecnologia

La tecnologia, con i continui progressi che porta in dote, impone nuovi usi e nuove abitudini, non sempre molto edificanti. Rispettare le regole basilari del sano vivere è importante anche in questo ambito.

CeBIT 2012 Technology Trade Fair

Il galateo hi-tech impone un comportamento rispettoso verso il prossimo, anche nell’uso dei sofisticati dispositivi messi in catalogo dalla modernità.

Il bon ton riguarda sia le azioni strettamente connesse all’uso che quelle relative allo smaltimento, perché entrambe concorrono al corretto modo di relazionarsi agli altri e al mondo.

Galateo hi-tech: i droni non servono per infastidire

Per esempio, è importante evitare lo sciupio energetico. Certe volte ci facciamo prendere dall’abitudine di lasciare il nostro smartphone o tablet sempre connesso ad internet o al GPS, anche quando non sarebbe necessario.

Questo aiuta a scaricare più in fretta la batteria, incrementando i cicli di ricarica e il consumo della stessa, sprecando inutilmente energia e producendo una maggiore dose di rifiuti speciali. Essere più accorti nell’uso è un dovere verso l’ambiente e verso la società.

Di notevole importanza anche il corretto smaltimento delle batterie usate per altri dispositivi tecnologici, la cui fonte di energia potrebbe essere gestita meglio. Alcune indagini statistiche raccontano della scarsa propensione che noi italiani abbiamo per il corretto smaltimento delle pile usate.

In più le buttiamo con grande fretta, quando al loro interno custodiscono ancora una carica sufficiente per alimentare apparecchi meno voraci sul piano energetico. Cambiare un poco le nostre abitudini sarebbe un piccolo passo per riconciliarci con la natura. Non si tratta di comportamenti penalizzanti, ma solo più responsabili. Basta poco per fare di più.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail