Milza artificiale meglio dell'originale: pulisce il sangue dalle infezioni, anche sconosciute

Una nuova macchina per dialisi si ispira alla nostra milza ma risulta ancora più efficace, ripulendo il sangue dagli agenti patogeni e contenendo le infezioni.

Milza artificiale più efficace dei nostri organi

Il Wyss Institute della Harvard Medical School è - a detta dei suoi ricercatori - uno dei posto più eccitanti in cui lavorare. E se dobbiamo giudicare da questa eccezionale “milza artificiale” capace di depurare il nostro sangue da agenti patogeni - batteri, virus, tossine - non possiamo che dare loro ragione.

Se come scrive Nature Medicine questo nuovo procedimento ispirato alla nostra cara vecchia milza è in grado di eliminare dal flusso sanguigno sia l’Escherichia Coli quanto l’Ebola, allora oggi è una data fondamentale negli annuari della medicina. Una data importante per l’umanità, a dire il vero: le infezioni del sangue, il target principale di questo progetto, sono una causa di morte molto comune per gli esseri umani, stroncati dalla sepsi.

La sepsi, o setticemia, è una risposta dell’organismo all’invasione dei tessuti, fluidi e cavità corporee, multifattoriale, risultante dalla complessa interazione tra il nostro corpo e l’agente patogeno che lo aggredisce. Il risultato peggiore è lo shock settico e la sindrome da insufficienza multiorgano, che può risultare nella morte di un individuo e risulta essere estremamente pericolosa, specie per individui vulnerabili come bambini e anziani.

Le infezioni che causano la sepsi sono difficili da identificare tempestivamente, e sono di solito combattute con gli antibiotici, che generano tutta una serie di nuovi problemi.

Il nuovo procedimento


Milza artificiale più efficace dei nostri organi

La “milza artificiale”, o “biospleen”, usa la MBL, una forma modificata della lectina che si lega al mannosio, uno zucchero che si trova in certe forme specifiche sulla superficie esterna di batteri, virus, funghi, piante e che quindi è estremamente utile per bersagliare i microorganismi dannosi, non esistendo libero in natura. L’MBL si lega anche alle tossine prodotte dai batteri morti, che di solito innescano il circolo vizioso della setticemia.

L’MBL ricopre la superficie di piccole “biglie” nanotecnologiche magnetiche, e sono queste microscopiche sfere che si legano agli agenti patogeni. La milza artificiale aspira magneticamente batteri e tossine dal sangue, compiendo un’operazione di dialisi molto precisa ed efficace, restituendo il sangue pulito alla circolazione del paziente.

Gli esperimenti sui ratti hanno dato risultati eccezionali, con l’89% degli animali sopravvissuti a una infezione da staffilococchi e Escherichia dopo il trattamento, rispetto a un mero 14% di individui infettati non trattati con la milza artificiale. Questa nuova dialisi è stata testata anche su sangue umano contenente una mistura di patogeni, che può essere processato al ritmo di un litro all’ora.

Il sangue ripulito dal biospleen rende un organismo in grado di contrastare anche le peggiori infezioni usando i propri anticorpi o gli antibiotici. Entro un paio di anni ci saranno i primi test clinici sui pazienti umani.

  • shares
  • Mail