Microvision testa il PicoP sui veicoli

Il pico proiettore di PicoP di Microvision potrebbe equipaggiare i veicoli del futuro per fornire informazioni utili al guidatore

Il proiettore tascabile di Microvision, cioè il pico proiettore PicoP, potrebbe presto equipaggiare le nostre autovetture. L'azienda americana, infatti, sta testando i suoi apparecchi su alcuni veicoli con lo scopo di creare un sistema di assistenza alla guida che fornisca informazioni utili al guidatore. Due le possibilità offerte dal PicoP: l'integrazione nel parabrezza e quella nel quadro dell'autovettura, in mezzo ai classici tachimetro e contagiri.

Nel primo caso (Head Up Display, HUD), il dispositivo di Microvision potrebbe replicare le informazioni di un navigatore satellitare aumentando la leggibilità, il contrasto e la luminosità. Sul vetro si possono anche proiettare le informazioni del cellulare, dell'autoradio, e quelle della stessa autovettura, come il livello della benzina o la pressione delle gomme.

Nel secondo caso, invece, il PicoP si adatterebbe al quadro degli strumenti già esistente proiettando le stesse informazioni in mezzo agli strumenti analogici o digitali di serie del veicolo. Per entrambi gli usi del PicoP ci sarebbero vantaggi: innanzitutto la flessibilità di poter proiettare ciò che si vuole sulle diverse superfici dei vari modelli di automobile, poi un discreto aumento della sicurezza per il guidatore che non sarebbe più portato a distogliere lo sguardo per leggere le informazioni dei vari (sempre di più) strumenti e gadget che ha a bordo.

Via | Microvision

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: