Lo steampunk di un Mac

Di solito vediamo il modding dei PC, vale a dire la modifica dei case per raffigurare delle scene di film, videogame o qualche personaggio. Quello messo a punto da Steve La Riccia, però, non ha preso in considerazione un PC ma un Macintosh del 1991.

Dopo tre mesi di lavoro il computer si è trasformato in tutt'altra cosa. Utilizzando l'arte dello steampunk, che fa apparire gli oggetti elettronici recenti come se fossero stati costruiti nel 1800, Steve ha trasformato il tutto in un computer retrò utilizzando una macchina da scrivere della Remington, un telegrafo, un modem a 56k, un hard disk e un lettore di floppy disk.

All'interno abbiamo l'uso del software Wine per Windows e alcuni elementi meccanici. Le sue prestazioni saranno anche basse, ma farà un figurone con i suoi amici geek.

[via gizmowatch]

  • shares
  • Mail