Recensione Samsung Galaxy Tab 10.1 Slim: Android 3.1 nella scocca più sottile e leggera


L'ultimo tablet di Samsung è il Galaxy Tab 10.1 Slim, un modello che è uscito molto vicino al Galaxy S2 e che proprio da questo smartphone riprende alcuni concetti.

Dopo aver potuto provare sia l'S2 che il Tab, infatti, si nota come il concetto dietro a questi due prodotti sia lo stesso: realizzare un device con un design elegante, peso e spessore ridotto e tanta potenza sotto la scocca per non darci fastidi nell'uso di tutti i giorni.

Sul design Samsung ha puntato da sempre molto (e oggi ho potuto constatare il loro vantaggio da questo punto di vista nella mia ricerca di un climatizzatore) e con il Tab 10.1 Slim la sfida è all'iPad 2: gli 8.6 mm rendono il tablet di Apple più spesso di o.2 mm. Anche con il peso Samsung ha voluto fare uno smacco a Apple e il Tab 10.1 slim è davvero leggero in mano: 565 grammi (contro i 601 grammi di iPad 2). Le linee sono semplici e l'unico vezzo è la banda che avvolge la fotocamera nella parte posteriore.

Prima di procedere un breve ripasso delle caratteristiche tecniche: dual core da 1 GHz, Tegra 2, 1 GB di RAM, fotocamere da 2 megapixel anteriore e 3 megapixel posteriore, GPS, WiFi, HSPA+, 16 GB di memoria e l'ottima risoluzione di 1280 x 800 pixel.


Tab 10.1 Slim riesce a sfruttare bene l'hardware per fare girare sistema operativo (Android 3.1 personalizzato con TouchWiz) e applicazioni senza andare a bloccarsi come per device meno performanti. Sul TouchWiz ci sono pareri contrari: la scuola di chi vuole Android nudo e puro e quella di chi apprezza le varie interfacce. Comunque la si pensi non si può non lodare la buona realizzazione di questa UI che offre tante funzioni utili nell'uso quotidiano e ha una sola pecca: quella di far "inciampare" ogni tanto le schermate della home...speriamo che Samsung lavori su questo aspetto.

Il problema di questi piccoli rallentamenti è solo per l'interfaccia: le applicazioni vengono macinate senza problemi in multitasking e navigare sul browser con lo schermone multitouch è una pacchia. Si potrebbe aprire una parentesi critica sul fatto che il 10 pollici è fatto per navigare in casa seduti sul divano o sul letto visti gli ingombri ma, dato il peso ridotto del Galaxy Tab 10.1 Slim, l'affaticamento minore quando lo si utilizza in piedi in giro lo rende un passo più vicino all'usabilità di un 7 pollici.

Buona la fotocamera che seppur solo da 3 megapixel restituisce buone foto in diurna (con poca luce cala drasticamente) e si fa notare soprattutto per i video HD a 720p di qualità.


Per il Galaxy S2 abbiamo detto nella recensione che si tratta al momento del miglior smartphone Android in circolazione, si può dire lo stesso per il Galaxy Tab 10.1 Slim? Si e no, dipende quanta importanza date a alcuni fattori.

Sebbene sia al top per peso e spessore e abbia un'ottimo hardware sotto la scocca, l'assenza delle porte può essere un limite. Mancano infatti USB, HDMI e lettore microSD e l'unica versione in commercio in Italia è la 16 GB 3G+WiFi a 599€. Un prezzo in linea con la concorrenza top di gamma o più basso (in confronto allo Xoom ad esempio) che però sarebbe da scontare leggermente proprio per l'assenza delle connessioni citate.

Pro:


  • il 10 pollici più leggero e sottile
  • design semplice
  • hardware potente

Contro:


  • mancano USB, HDMI e microSD

  • qualcuno dice che lo schermo si stacca (sul modello in prova non accadeva affatto)

  • TouchWiz da ottimizzare per cancellare i rallentamenti della home

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: