Google Glass contestati: arriva la terza versione, nessuna sostituzione per i vecchi utenti

I Google Glass arrivano alla terza versione hardware, ma i primi acquirenti dovranno acquistarla regolarmente: nessuna sostituzione e previsti zero bonus



Come forse non tutti sanno, i nuovi Google Glass rappresentano la terza versione hardware del colosso della ricerca: il prezzo è sempre lo stesso e l'obiettivo principale è quello di conquistare un numero maggiore di sviluppatori rispetto a quello attuale, tant'è che Google ha deciso di distribuire i suoi Glass non solo nei paesi di lingua inglese (nel Regno Unito, per esempio) ma anche in Giappone, paese sul quale, però, finora non è arrivata alcuna notizia; sicuramente, comunque, ne sapremo qualcosa di più> durante il Google I/O di oggi.

Questa terza versione dei Google Glass non andrà a sostituire il vecchio modello e ciò ha scatenato non poche polemiche: coloro che hanno acquistato per primi gli occhiali intelligenti non riceveranno il nuovo esemplare in cambio; per qualcuno potrebbe essere una situazione del tutto normale, ma noi - e non solo noi, visti i commenti dell'utenza qua e là nel web - siamo convinti che non lo sia affatto: se gli occhiali sono stati pensati principalmente per gli sviluppatori, almeno per il momento, ci chiediamo quale sia l'utilità di lasciare coloro che hanno investito subito sul progetto con un modello vecchio e meno performante rispetto all'ultimo.

Al Google I/O sarà presentato anche Android 4.5 Lollipop!

Ricordiamo che i nuovi Google Glass dispongono di una batteria più duratura e di ben 2 GB di RAM: sono delle caratteristiche molto importanti, e potrebbero creare non poco malcontento fra gli utenti e la community degli sviluppatori; molti utenti li hanno acquistati negli ultimi mesi per via di alcune iniziative americane: adesso si trovano con un prodotto che è già vecchio nel giro di una sessantina di giorni. Che Google faccia qualcosa perché la situazione è tutto fuorché normale, con occhiali venduti a oltre mille dollari.

  • shares
  • Mail