Droni: la FAA autorizza il primo volo commerciale

Ai droni commerciali viene concessa la prima autorizzazione di volo negli Stati Uniti d’America. Per fortuna si tratta di un bollino verde per un caso particolare, non di una cosa generalizzata.

Droni

Via libera per il primo volo commerciale dei droni da parte della FAA (Federal Aviation Admini-stration). L'agenzia del Dipartimento dei Trasporti statunitense incaricata di regolare e sovrintendere a ogni aspetto riguardante l'aviazione civile, ha dato l’ok al primo uso di un aeromobile a pilotaggio remoto.

L’autorizzazione riguarda un drone che presterà servizio in aree disagiate dell’Alaska, per raccogliere informazioni da vari siti operativi nelle zone più remote, dove mancano le connessioni internet e dove le altre forme di comunicazione hanno un profilo complesso.

Questo esemplare, di piccole dimensioni, avrà il compito di eseguire varie indagini aeree, raccogliendo una serie di dati utili a dipingere determinati scenari, rafforzando anche la sicurezza degli impianti petroliferi in Alaska.

Drone come dog-walker: idea originale, ma funziona? Ecco il video

Per fortuna la Federal Aviation Administration non si è sbottonata, mantenendo il giusto rigore anche di fronte a pressioni provenienti da varie parti. L’ente sta elaborando un quadro normativo per regolare la materia entro settembre 2015. Speriamo che il buon senso prevalga sul resto, implicazioni economiche comprese. Se è vero, infatti, che il mercato dei droni potrebbe offrire tante opportunità di lavoro nuove, dall’altro potrebbe generare effetti collaterali talmente negativi da metterle in ombra.

Io sono contrario alle maglie larghe in questo ambito, perché non mi piacerebbe vivere in un mondo dove anche una semplice passeggiata può trasformarsi in un incubo, non solo sul piano della privacy, ma anche per il rischio concreto che uno di questi aggeggi caschi in testa. E’ una mia opinione personale, ovviamente, ma nessuno potrà farmela cambiare.

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail