Mondiali di calcio 2014: le tecnologie del campionato mondiale

Durante lo svolgimento della 20^ edizione Campionato Mondiale di calcio ci troveremo di fronte a droni volanti, tute robotiche e tecnologia “Goal-Line”. Ecco quali sono gli apparati tecnologici più interessanti dei Mondiali di calcio 2014.


mondiali
Tra pochi giorni prenderà il via la gigantesca fiera del Campionato Mondiale di calcio 2014, con tutti i suoi annessi e connessi. Le fasi finali della 20^ edizione del torneo calcistico avrà luogo in Brasile e, come nel caso di altri eventi sportivi, un ampio spazio è dedicato alla tecnologia.

Naturalmente, ça va sans dire, questo sarà uno degli eventi mondiali più tecnologicamente avanzati degli ultimi tempi. Purtroppo ancora non ci sono network neuronali in grado di far vivere l'esperienza del gioco come se ci si trovasse in campo cionondimeno quel che vedremo esposto è indiscutibilmente interessante.

LEGGI ANCHE: L'Italia è la squadra che veste meglio ai mondiali del Brasile!

Droni


Una delle preoccupazioni sempre esistenti durante il corso di un simile raduno di persone è ovviamente quello della sicurezza. Siamo ormai abituati a vedere e parlare di droni, gadget che sono ormai alla portata di chiunque, e non è così strano pensare che ne verrà fatto un ingente utilizzo per controllare l'andamento. Ad accompagnare le forze armate brasiliane ci saranno i PackBot 510, droni israeliani adottati dall'esercito americano, utilizzati a distanza per esplorare ambienti pericolosi ed individuare minacce.

Goal-Line


Portando il discorso dentro il campo di gioco, invece, ci troveremo di fronte la tecnologia Goal-Line. Il sistema si propone di scongiurare definitivamente errori nel determinare l'assegnazione di un goal ed è composto da 14 telecamere 7 delle quali saranno puntate verso ciascuna delle porte. Le riprese verranno analizzate da un sistema centrale che si occuperà poi di avvertire l'arbitro ed i guardalinee attraverso uno speciale orologio al verificarsi di un goal.

Exo-suit


mondiali-exo-suit

L'ultima in fila è forse la più intrigante ed avveniristica tra le tecnologie utilizzate. Il calcio d'inizio, al momento della cerimonia di apertura, verrà eseguito da un giovane ragazzo Brasiliano paraplegico. A permettere questo “miracolo” sarà nientemeno che un esoscheletro in grado di sostituire la sedia a rotelle. Il prototipo costruito da Miguel Nicolelis, Gordon Cheng ed un team di ricercatori francesi non è per niente discreto nelle sue dimensioni ma promette garantire capacità motorie fluide ed umane tramite un complesso sistema idraulico ed un elmetto in grado di rilevare le onde cerebrali ed inviare i comandi agli arti meccanici. Un vero e proprio prodigio.

Via | TheGuardian.com | WorldCupBrazil

  • shares
  • Mail