Droni Parrot Rolling Spider e Jumping Sumo

Il mercato dei droni esprime un certo fermento. Parrot è uno dei marchi più vitali. Con la sua firma sbocciano due nuove proposte.

Parrot nuovi droni

Parrot lancia ufficialmente due nuovi droni, battezzati “Rolling Spider” e “Jumping Sumo”. Dopo il successo del modello AR, la società francese fondata nel 1994 da Jean-Pierre Talvard e Henri Seydoux continua a cavalcare l’onda, con grande fiducia sul potenziale futuro del comparto.

Parrot AR Drone in edizione limitata

La sfida è quella di fare modelli sempre più versatili e accessibili, capaci di aderire come un calzino alle diverse esigenze degli acquirenti finali. Uno dei primi passi in tal senso è la produzione di esemplari in formato mini, dal costo meno impegnativo.

Jumping Sumo è un robot con due ruote controllato in Wi-Fi da un iPhone o da uno smartphone/tablet Android, con l'applicazione FreeFlight 3 disponibile gratuitamente. Il modello dispone di fotocamera VGA, che riprende lo scenario circostante, trasferendo le immagini direttamente sul dispositivo cui è collegato.

Il nome evidenzia la capacità di fare salti fino a 80 centimetri di altezza, per riprese funamboliche e volanti. Il range operativo varia da 14 a 20 minuti, in base allo stress di lavoro. Per averlo occorre sborsare una somma pari a 159 euro.

Il Rolling Spider imita la fisionomia e l’architettura dell’AR Drone. Riproduce in piccolo (con dimensioni molto più compatte) il quadri-rotore a pilotaggio remoto che ha regalato tanta notorietà all’azienda, nella ricca gamma di proposte in cui si articola. Il prezzo è di 99 euro, ma si tratta di un modello da “giardino”.

Entrambi i prodotti saranno disponibili a partire da luglio, quando si conosceranno altri dettagli della loro scheda tecnica. Non si tratta di novità assolute, perché robe del genere esistono già sul mercato, ma il marchio parigino farà valere al meglio la sua forza e la sua reputazione.

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail