Google Glass, utenza lamenta dolori agli occhi: ancora problemi per Google

Problemi agli occhi dopo pochi minuti di utilizzo per l'utenza Google Glass

Non è proprio una bella notizia né per Google né per chi intendeva acquistare i Google Glass, una volta che, finito il monopolio USA, sarebbero arrivati anche in Europa (si spera a un prezzo decisamente più basso rispetto ai 1500 dollari che oggi fanno sobbalzare pure i più nerd): pare che gli occhiali intelligenti, infatti, causino problemi agli occhi, non per una qualche strana tecnologia, bensì per via della posizione del prisma.

Non sono stati ancora condotti degli studi approfonditi, ma a parlare del problema, dopo le lamentele di diversi utenti, che hanno segnalato fastidi alla vista e mal di testa dopo circa dieci minuti di utilizzo, è stato Eli Peli, noto optometrista di Harward, che è stato consultato da Betabeat. Vediamo attentamente le sue dichiarazioni:

"Chi guarda un sacco verso l'alto sono professionisti come elettricisti o imbianchini. [...] La gran parte di noi guarda in avanti o in giù per la maggior parte del tempo. È noto che guardare all'insù è meno confortevole. Se si cerca di stare su una gamba per un periodo di tempo prolungato, ad esempio, la tensione è parecchia, perché non viene utilizzata come di norma".

Lo stesso avverrebbe proprio con i Google Glass: è come se il nostro sguardo mantenesse una posizione poco confortevole per un periodo di tempo di gran lunga maggiore rispetto a quello a cui si è abituati. Questo vuol dire - purtroppo per Google, che ha cercato in tutti i modi di proporre i suoi occhiali come strumenti per uso quotidiano e intensivo - che i Glass potranno essere usati per poco tempo: leggere messaggi, scattare fotografie, navigare con satellite e così via... tutte funzioni che certo non necessitano di ore e ore di impiego.

Scopri quanto costano a Google i Glass!

La risposta di Google




Il dottor Eli Peli ha spiegato, però, che il dolore potrebbe non ripresentarsi dopo che l'occhio si è abituato alla posizione, ed è stata proprio questa la tesi che Google ha portato avanti per rispondere a Betabeat:

"Quando qualcuno compra un nuovo paio di occhiali e inizia a indossarlo [...], c'è sempre un periodo di adattamento finché non ci si abitua. Per alcuni avviene la stessa cosa con i Glass".

Quando potremo provarli, potremo capire se schierarci contro o a favore dell'azienda: chi di voi è interessato ai Google Glass?

Via | Beta Beat

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail