Microsoft entra nella domotica con Insteon

Microsoft fa un passo nel mercato della domotica, iniziando a collaborare con Insteon, noto brand di apparecchiature per l'automazione della casa.

Microsoft ha annunciato una partnership un po’ diversa rispetto a quelle a cui siamo abituati: si tratta di Insteon, un’azienda completamente focalizzata sull’automazione domestica.

È piuttosto facile dedurre che i piani di Redmond riguardino la concorrenza con Google, che per il momento non ha ancora presentato nessun frutto rilevante sorto dal proprio acquisto di Nest.

Google acquista Nest, quali sono i piani di Mountain View per l'integrazione con la casa?

Per quello che riguarda invece Microsoft e Insteon, i frutti dovrebbero arrivare a scadenza quasi immediata: l’app di Insteon infatti sarà integrata entro l’inizio di giugno con l’ecosistema Windows Phone 8.1 e i suoi smartphone, ma anche Windows 8.1 e desktop, tablet e laptop che sfruttano l’ultima revisione del sistema operativo tout-court di Microsoft.

L’integrazione proseguirà a passo serrato, specie oltre l’oceano dove ci sono Microsoft Store, sui cui scaffali appariranno prodotti Insteon - tutto sommato a livello di marketing è un dato piuttosto marginale, tuttavia: sappiamo bene che il mercato online domina parecchio gli acquisti nell’alta tecnologia consumer.

Gallery: prodotti Insteon

In ogni caso, dopo questa notizia e a seguito della rinnovata attenzione di Intel nei confronti della domotica, possiamo aspettarci che entro il prossimo anno l'attenzione del mercato sia fortemente attratta da tutto ciò che automatizza la vita quotidiana e ci porta più vicini all'ideale dell'Internet of Things

Intel Edison, il miniprocessore che può essere integrato con elettrodomestici e wearable

Come funzionano i device Insteon


Gli apparecchi Insteon generalmente vanno acquistati in pacchetti, perché i suoi device se presi singolarmente non sono particolarmente utili. Si potrebbe quindi comprare un bulbo a LED controllabile tramite smartphone, certo - ma è molto meglio investire in uno Starter Kit.

Lo Starter Kit Insteon controlla le luci di casa a seconda delle fasce orarie, ma esistono altri kit che comprendono il controllo degli elettrodomestici, il monitoraggio degli ambienti, i sensori di movimento e di apertura/chiusura finestre e per il controllo remoto. Insomma l’idea è di rendere la casa più sicura e allo stesso tempo automatizzata e comoda.

Fino ad oggi questi device (che si trovano su Amazon, oltre che in numerosi negozi specializzati) erano integrati solo con device iOS e Android. A partire dal primo giugno diventeranno letteralmente “agnostici” e controllabili da tutti i sistemi, ma la collaborazione con Microsoft offirà delle feature esclusive:

  • Integrazione con le Live Tile su WP8 e Windows 8.1, che offrirà aggiornamenti di status continui e in tempo reale
  • Supporto per le videocamere di sicurezza migliorato e full-screen
  • Visitor mode per concedere un accesso limitato a visitatori, bambini e tecnici al sistema di controllo

Per la cronaca, abbiamo citato Nest e il suo termostato smart. Insteon è perfettamente integrato con il Nest - peccato che in Europa questo bellissimo device non sia disponibile.

  • shares
  • Mail