Parrot Bebop, il primo drone dedicato ad Oculus Rift

Parrot ha da poco presentato una nuova aggiunta alla sua lineup di droni radiocomandati. Il Parrot AR.Drone 3.0, soprannominato “Bebop”, unisce capacità fotografiche e di controllo migliorate ad un'esperienza visiva legata alla realtà virtuale dell'Oculus Rift.


parrot-bebop
A San Francisco è stato da poco presentato un nuovo gadget che combina due delle più interessanti categorie dell'elettronica da consumo, sfornando un prodotto che sicuramente attirerà l'attenzione di molti appassionati.

Da una parte abbiamo Parrot, produttore di gadget nonché degli AR.Drone che nel corso degli ultimi anni, e con diversi aggiornamenti e versioni speciali sulle spalle, hanno acquisito una notevole fama divenendo probabilmente i più conosciuti nel settore.

Guarda: Parrot AR.Drone 2 GPS Edition

Dall'altra parte abbiamo l'incarnazione di uno dei sogni più umidi di appassionati di tecnologia e computer e dei videogiocatori: l'Oculus Rift. L'headset per la realtà virtuale non è l'unico della sua categoria né è stato il primo tentativo fatto nel corso degli anni ma è riuscito a sua volta a portare il proprio nome fino ad un ragguardevole livello di fama.

Guarda: Facebook acquista Oculus VR

Parrot “Bebop”


Il nome del nuovo giocattolino volante di Parrot è AR.Drone 3.0 ed è stato soprannominato “Bebop”. Rappresenta appunto la terza generazione dei droni prodotti dalla società francese e naturalmente offre dei notevoli miglioramenti in termini di dotazioni.

Per contrastare l'insorgere dei competitori, Parrot ha dotato il suo “Bebop” di una fotocamera da 14 megapixel con lente fish-eye in grado di catturare fotografie e video a risoluzione Full HD. La massima resa delle immagini è garantita dalla presenza dei tre sensori, giroscopio, accelerometro e magnetometro che assicurano una buona stabilità anche in presenza di vento.

L'autonomia promessa è di 12 minuti di volo, grazie alla batteria da 1200mAh, ad una distanza massima di 300 metri consentita dal Wi-Fi. Per ovviare a questa limitazione Parrot propone l'accessorio Skycontroller che aumenta il raggio a 2Km. A questo si unisce anche la compatibilità con Oculus Rift che offre la possibilità di vivere il volo in prima persona controllando i movimenti della fotocamera con quelli del capo.

Parrot Bebop non arriverà sugli scaffali prima della fine del 2014 con un prezzo che probabilmente si aggirerà tra i 300$ ed i 400$.

Via | Mashable.com

Immagini | blog.wsj.com

  • shares
  • Mail